Iscriviti

Regno Unito, l’ambulanza sbaglia indirizzo di casa: padre 36enne muore di Covid

Steve Cooke, 36 anni, padre di 4 figli, è stato trovato morto nella sua casa a Chatam, nel Kent. L'uomo è deceduto per le complicazioni legate al Covid, dato che l'ambulanza è arrivata all'indirizzo sbagliato.

Esteri
Pubblicato il 29 settembre 2021, alle ore 14:26

Mi piace
0
0
Regno Unito, l’ambulanza sbaglia indirizzo di casa: padre 36enne muore di Covid

Steve Cooke, un uomo inglese di 36 anni, padre di 4 figli, è morto per le complicazioni legate al Covid poichè l‘ambulanza è arrivata all’indirizzo sbagliato. La tragedia è avvenuta il giorno di Natale dello scorso anno ed ora il South East Coast Ambulance Service (Secamb) ha confermato l’incidente.

Steve è stato trovato morto dalla polizia nella sua casa a Chatham, nel Kent, il giorno successivo. Secondo la sua compagna, Katie Miln, è stato vittima di un’ingiustizia e sarebbe ancora vivo, oggi, se qualcuno avesse richiamato per controllare l’inriizzo.

La ricostruzione dell’accaduto

Il Secamb, quando è avvenuto il decesso, ha ammesso di avere a che fare con livelli di domanda senza precedenti, dovuti ad un’impennata di casi di Coronavirus a causa della variante Alpha, identificata per la prima volta proprio nella contea dell’Inghilterra, a sud-est di Londra. 

Steve, allenatore di calcio giovanile e custode di una scuola elementare locale, il giorno di Natale aveva telefonato al numero per le emergenze nei Paesi anglosassoni in uno stato di angoscia e con difficoltà a respirare. Due giorni prima l’uomo era risultato positivo al Covid. Stando alla ricostruzione dei fatti, l’addetto alle chiamate ha avuto difficoltà a capire cosa dicesse e ha inviato un’ambulanza all’indirizzo sbalgliato, a meno di 5 metri di distanza dalla casa del signor Cooke a Chatam.

 I paramedici sono arrivati ad un appartamento vuoto, così il responsabile delle chiamate ha telefonato alla signora Miln, che viveva separatamente con i 4 figli della coppia, ma il gestore delle chiamata non è riuscito a prendere l’indirizzo corretto, non ha ascoltato la risposta della signora Milne e ha riattaccato dopo 62 secondi.

L’equipaggio dell’ambulanza è andato avanti e ha prestato assistenza per un’altra chiamata. La donna ha chiamato il compagno e, non ricevendo risposta, ha pensato che stesse dormendo ma il giorno dopo, notando che il suo telefono risultava spento, ha guidato fino a casa dell’uomo e lì il suo inquilino le ha detto che la polizia aveva trovato il corpo senza vita di Steve. L’uomo è morto di polmonite da Covid dovuta a infezione da Covid.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Una morte che si sarebbe potuta evitare, quella del povero Steve, padre di 4 bambini, avvenuta proprio durante i tempi bui della pandemia. Speriamo che episodi del genere non si verifichino mai più. Sono vicina al dolore della vedova e stringo forte i 4 bambini rimasti orfani di padre per un errore.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!