Iscriviti

Quasi 3.000.000 di cittadini francesi sono infetti da Coronavirus: lo rivelano le autorità

Le autorità francesi rivelano che oltre ventisettemila cittadini sono morti a causa del virus Covid-2019 a partire dal 01/03/2020. Fortunatamente i cittadini francesi in rianimazione diminuiscono di numero.

Esteri
Pubblicato il 14 maggio 2020, alle ore 00:17

Mi piace
7
0
Quasi 3.000.000 di cittadini francesi sono infetti da Coronavirus: lo rivelano le autorità

Il virus purtroppo ha già ucciso oltre ventisettemila cittadini francesi secondo l’ultimo rapporto rilasciato pubblicamente dalle autorità sanitarie francesi. Fortunatamente, anche in Francia, il numero dei pazienti ricoverati in terapia intensiva continua a decrescere, ma oltre ventimila pazienti rimangono ricoverati all’interno dei nosocomi francesi a causa del Covid-19, compresi oltre 2.000 casi critici all’interno della ​​terapia intensiva.

La scorsa settimana, quasi 1.000.000 di scolari sono tornati a studiare all’interno delle loro scuole. Per tutti i bambini oltre che gli adolescenti francesi, l’aria che si respira all’interno delle scuole stesse è strana. Infatti, molti di loro sono indaffarati tra le nuove regole che devono essere inderogabilmente applicate a scuola per la sicurezza di tutti e la felicità di ritrovare tutti gli amici, senza tuttavia riuscire ad avvicinarli e a giocare con loro in qualche modo.

Inoltre, ci sono state ben sessanta denunce penali contro diversi membri oltre che esponenti di spicco del governo stesso. Le querele, infatti, sono rivolte in modo particolare al Primo Ministro in persona, ma anche nei confronti dei 2 ministri della Salute che si sono alternati nel tempo, ma anche a quelli di Grazie e Giustizia, quello del Lavoro e quello degli Interni. Le querele vanno a denunciare le loro molto criticate gestioni della crisi del virus in Francia.

La storia, inoltre, non è certo finita qui poiché la figura del Consiglio Costituzionale ha redatto due giorni fa la legge che prolunga ancora lo stato di emergenza sanitaria da Covid-2019, ma con ben 2 clausole che possiamo anche definire parziali per il momento. La 1° clausola serve a limitare notevolmente il numero di individui autorizzati ad accedere ai dati delle persone infette per il tracciamento delle stesse. La 2° clausola serve ai magistrati, affinché possano effettuare un controllo sulle persone infette, le quali non possono lasciare il loro luogo di isolamento per oltre dodici ore consecutive.

In tutto ciò, ben 4 regioni metropolitane francesi di grandi dimensioni territoriali rimangono purtroppo confinate ancora in zona rossa: tra queste possiamo contare la regione dell’Ile-de-France, quella del Hauts-de-France, la Bourgogne-Franche-Comté ed infine la Grand-Est, escludendo la Mayotte. All’interno di questi territori francesi, l’uscita dal contenimento sarà affrontata dalle autorità utilizzando una base decisamente più restrittiva per i cittadini francesi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Carlo Crescenzi

Carlo Crescenzi - La Francia ha inizialmente sottovalutato - a mio modesto parere - il pericolo del famigerato virus Covid-19. Lo dimostrano tristemente i fatti ed i numeri che vediamo attualmente in molte regioni della Francia. Quasi 3.000.000 di persone infette è un numero terribile. Doveva senza dubbio essere previsto molto tempo prima. L'Italia, da questo punto di vista, si è mossa molto prima e meglio.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!