Iscriviti

Portogallo, batterio killer uccide l’uomo che "puzzava troppo"

Andrey Suchilin, il passeggero aereo che "puzzava troppo", è morto a causa di un batterio killer che ha provocato la necrosi e la cancrena dei suoi tessuti.

Esteri
Pubblicato il 30 giugno 2018, alle ore 18:56

Mi piace
8
0
Portogallo, batterio killer uccide l’uomo che "puzzava troppo"

Andrey Suchilin, il passeggero aereo finito sui giornali, dove è stato descritto come l’uomo che “puzzava troppo”, è morto. Non più di qualche settimana fa, l’odore che emanava dal suo corpo ha costretto un volo di linea ad eseguire un atterraggio di emergenza a Faro, in Portogallo. 

Il sito Metro.co.uk scrive che il cattivo odore di Suchilin, un musicista rock di origine russa, era dovuto a un batterio che distrugge pelle e tessuti, e non alle cattive abitudini d’igiene dell’uomo. L’odore di Suchilin, infatti, era dovuto ad una necrosi, trasformatasi presto in cancrena, causa della sua morte.

I passeggeri che si trovavano sullo stesso aereo raccontano di un odore oltre il sopportabile, che provocava nausea e vomito. Piet van Haut, un passeggero belga, ha affermato: “Era come se non si fosse lavato per diverse settimane. Diversi passeggeri si sono ammalati e hanno dovuto vomitare“. In quell’occasione, la compagnia aerea Transavia aveva fermato il volo, segnalando un’emergenza per “ragioni mediche“. Uno dei portavoce della Transavia, infatti, aveva affermato che “l’aereo è stato dirottato per ragioni mediche, ma è altresì vero che puzzava un bel po”. 

Prima di giungere a questa decisione, il personale di bordo aveva cercato di separarlo dagli altri viaggiatori mettendolo in quarantena in un bagno del Boeing 737, ma il fetore era comunque tale da convincere i piloti ad un atterraggio il più presto possibile. Portato in ospedale, i medici hanno constatato che l’uomo soffriva di cancrena. Una forma grave di necrosi che provoca la morte dei tessuti per mancanza di sangue e ossigeno.

L’atterraggio d’emergenza è avvenuto in Portogallo, nella città di Faro, nella regione dell’Algarve. Dopo un paio di giorni d’ospedale, Suchilin entrò in coma: dopo un mese, il batterio killer ha portato alla morte del musicista rock. Probabilmente, l’uomo era stato colpito da questa malattia mentre si trovava in vacanza. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Immagino l'imbarazzo e la sofferenza di quest'uomo, la solitudine del "corpo" e della "mente" di fronte a quanto gli stava accadendo trovandolo sicuramente impreparato e incapace di una risposta plausibile. A volte i giudizi corrono più veloci della verità ferendo nell'intimo e ingiustamente le persone. Ora la medicina gli ha detto che c'era un motivo al suo odore... troppo tardi però.

Lascia un tuo commento
Commenti
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

30 giugno 2018 - 19:00:10

Decisamente una compagnia aerea da evitare quanto ad odori: a Febbraio dovettero fermare un volo a Vienna perché un passeggero non riusciva a fermarsi dall'emettere flatulenze...

0
Rispondi