Iscriviti

Polonia, dove Hitler ha nascosto il suo tesoro: trovata la mappa

Trovata la mappa del tesoro che indica dove Hitler ha nascosto i suoi preziosi. Tutto scritto nel diario di un ufficiale nazista. La prossima settimana si comincerà a scavare.

Esteri
Pubblicato il 28 aprile 2021, alle ore 14:17

Mi piace
5
0
Polonia, dove Hitler ha nascosto il suo tesoro: trovata la mappa

Quando la Seconda guerra mondiale era ormai finita le truppe di Hitler hanno pensato di nascondere il tesoro comprendente i beni della Reichsbank, opere d’arte, oro e beni preziosi per lo più sottratti agli ebrei vittime dell’Olocausto. Una parte del tesoro è stata trovata nel 1945, tutto il resto si sapeva che ci doveva essere, ma non dove.

A confermare l’ipotesi che ancora ci sono preziosi nascosti, sono stati degli appunti contenuti nel diario di un ufficiale delle SS ritrovato soltanto negli ultimi mesi. A partire dalle notizie scritte negli appunti dell’ufficiale già la prossima settimana si comincerà a scavare sotto un antico palazzo di Minkowskie, nella Slesia polacca, ai confini con la Repubblica Ceca.

Il favoloso “tesoro” dei nazisti

L’occupazione nazista aveva fatto di quel palazzo un bordello. Sotto le fondamenta si ipotizza che siano nascoste decine di tonnellate di oro, “oro di Breslau”, e preziosi “sottratti dalle truppe di Heinrich Himmler e spariti, alla fine della seconda guerra mondiale, dal quartier generale della polizia di Breslavia” si legge in ilmessaggero.it.

La mappa disegnata dall’ufficiale delle SS, un certo “Michaelis”, sarà la chiave per aprire le porte del mistero e svelare la veridicità di tutte le ipotesi che si portano avanti da tempo. Il diario, in possesso degli eredi del militare nazista è stato ottenuto dai cacciatori di tesori.

Inge, la guardiana del sito dove veniva custodito il tesoro è citata nel diario dell’alto ufficiale che scrive: “Mia cara Inge porterò a termine il mio compito, se Iddio vorrà. Alcune operazioni di trasporto hanno già avuto successo”.  Poi scrive di48 grosse casse della Reichsbank e tutte quelle appartenute a diverse famiglie”, quindi gliele affida: “Soltanto tu sai dove si trovano”. Inge non pensava che il finale della guerra l’avrebbe portata a custodire silenziosamente, per sessant’anni, un tesoro nascosto.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Non avrei mai pensato a veri tesori nascosti, come nei libri di avventura. Poi penso alle persone cui l'oro e le opere d'arte sono state sottratte e con violenza e forza. Anch'io ho ascoltato i racconti di beni preziosi (e affettivi) sottratti ingiustamente. Sarebbe bello che quest'oro, ora, venisse utilizzato per progetti di solidarietà.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!