Iscriviti

Parigi, travolta da un monopattino. La gendarmeria lancia un appello: "Aiutateci a identificarle"

In seguito alla tragedia accaduta a Parigi, dove una giovane italiana ha perso la vita dal momento che è stata travolta e uccisa, la gendarmeria chiede ai testimoni di farsi avanti per individuare i responsabili.

Esteri
Pubblicato il 22 giugno 2021, alle ore 09:59

Mi piace
2
0
Parigi, travolta da un monopattino. La gendarmeria lancia un appello: "Aiutateci a identificarle"

Il monopattino, per quanto possa essere un mezzo di locomozione utile per spostarsi, sicuramente causa molti danni e incidenti in cui spesso le persone perdono la vita. Un fatto del genere è accaduto lo scorso lunedì a Parigi, dove una giovane ragazza italiana è stata travolta e uccisa da due ragazze in monopattino. A distanza di più di una settimana dal tragico fatto, la polizia non è ancoa riusicta a identificare le due responsabili e lancia un appello. 

La tragedia ha avuto luogo lunedì 14 giugno lungo la Senna a Parigi dove due ragazze hanno travolto e ucciso Miriam, una 32enne originaria di Capalbio che vive e lavora nella capitale francese. Le due responsabili, non appena occorso l’incidente, si sono date alla fuga senza prestarle soccorso. La giovane è stata ricoverata all’ospedale Pitiè Salpetrière dove è morta nella notte tra mercoledì e giovedì in seguito alle lesioni riportate.

In questi giorni, la gendarmeria sta facendo delle indagini appropriate in modo da capire e individuare i responsabili. Sono coadiuvati dall’ausilio delle telecamere di sorveglianza che dovrebbero far luce su quanto accaduto. Inoltre, hanno anche lanciato un appello in modo che coloro che hanno assistito a quanto accaduto, possano testimoniare e fornire indizi, ma per ora nessuno ha risposto. 

Nei giorni a seguire, la salma di Miriam tornerà a casa, in Italia a Capalbio dai suoi genitori e dalla sua famiglia per l’estremo saluto. Molto probabilmente il comune di Capalbio sta pensando di proclamare il lutto cittadino in nome di questa ragazza italiana deceduta a Parigi dove lavorava presso un ristorante italiano. 

Appena terminato il suo turno, la ragazza, insieme a una amica, stava passeggiando lungo il viale della Senna, in una zona pedonale molto frequentata sia dai monopattini, ma anche da biciclette e skateboard. Le due ragazze l’hanno travolta buttandola a terra dove ha battuto fortemente la testa, per cui poi è stato vano qualsiasi tentativo di soccorso. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Simona Bernini

Simona Bernini - Miriam è il simbolo di molti giovani che vanno all'estero a cercare fortuna, ma che, purtroppo, trovano la morte. Una tragedia che non ha spiegazione. I monopattini sono pericolosi e bisogna stare molto attenti. Mi auguro che coloro che hanno visto parlino in modo da rintracciare immediatamente le responsabili che non possono essere impunite.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!