Iscriviti

Papa Francesco, il messaggio ai fedeli in Madagascar: "Il credente tende la mano"

C'è stata una gran folla per la messa di Papa Francesco in Madagascar: si tratta di un milione di persone come fornito dai dati della sala stampa vaticana.

Esteri
Pubblicato il 9 settembre 2019, alle ore 10:29

Mi piace
1
0
Papa Francesco, il messaggio ai fedeli in Madagascar: "Il credente tende la mano"

C’è stato un milione di persone ad accogliere l’arrivo di Papa Francesco in Madagascar: la media precisa è stata data dalla sala stampa vaticana. I fedeli hanno preso parte alla messa ad Antananarivo, con la partecipazione di Papa Francesco. Il Pontefice ha ricevuto una grande acclamazione nel campo diocesano di Soamandrakizay nel corso della visita nell’isola africana.

Il Pontefice ha voluto dare un messaggio importante ai fedeli spiegando quanto sia importante seguire il messaggio di Gesù facendo delle precisazioni. Bergoglio ha continuato pronunciando queste parole: “Voi sapete bene che camminare al seguito di Gesù non è molto riposante”.

Il momento della veglia

Sull’altare si trovavano esposte le reliquie del catechista Rafael Luis Rafiringa che ha avuto un ruolo rilevante all’interno della Chiesa locale alla fine dell’ottocento e la cui beatificazione è avvenuta dieci anni fa, nel 2009. Si registra una quota importante di fedeli in Madagascar, pari a 8,2 milioni di persone, con una media del 35% della popolazione.

La veglia è avvenuta sabato sera e Francesco ha abbracciato i 100 mila giovani e ha voluto lanciare dei messaggi forti. Il Pontefice ha fatto notare quanto sia complicato seguire il Signore nel momento in cui si arriva a vedere il Regno dei Cielo semplicemente con i propri interessi personali e con il fascino di un’ideologia con l’intento di strumentalizzare il nome di Dio o la religione stessa. Bergoglio ha ricordato quanto sia importante vedere l’altro come un fratello e aiutarlo nei momenti difficili, altrimenti non può riconoscersi nei valori della cristianità.

Il Pontefice ha proseguito dicendo che un cristiano, per essere tale, dovrebbe commuoversi per la vita e la situazione in cui si trova il fratello, senza guardare alla provenienza familiare, culturale e sociale. Queste sono le parole di Papa Francesco che racchiudono il messaggio: “Il cristiano non può stare a braccia conserte indifferente o a braccia aperte fatalista, il credente tende la mano.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Gaetano Perrotta

Gaetano Perrotta - Il messaggio di Papa Francesco deve essere seguito e compreso in quanto ognuno di noi non dovrebbe restare indifferente alle problematiche degli altri, sebbene in molti casi lo facciamo. Non basta ascoltare una messa per pensare di avere la coscienza apposto, senza poi applicare quei valori nel corso della quotidianità.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!