Iscriviti

Orrore negli USA: 14enne violenta ed uccide la cugina di 10 anni

Il 14enne Carson Peters-Berger è stato arrestato per lo stupro ed omicidio della cugina Lily Peters di soli 10 anni. Il padre del teenager, Adam Berger, è stato in passato incarcerato per pedofilia.

Esteri
Pubblicato il 29 aprile 2022, alle ore 21:57

Mi piace
1
0
Orrore negli USA: 14enne violenta ed uccide la cugina di 10 anni

Ascolta questo articolo

Orrore negli Stati Uniti, dove un 14enne ha violentato e strangolato la cugina di soli 10 anni. Vittima la piccola Iliana ‘Lily’ Peters, il cui corpo senza vita è stato rinvenuto lunedì a Chippewa Falls nel Wisconsin. Mercoledì la polizia ha annunciato di aver arrestato un teenager che conosceva la bambina senza rivelarne le generalità, svelando adesso che si tratta di Carson Peters-Berger, cugino della vittima e figlio di un pedofilo.

Il 14enne, incriminato per stupro ed omicidio, ha seguito la cuginetta quando domenica nel tardo pomeriggio è uscita di casa in bicicletta. Quando alle nove di sera non aveva ancora fatto rientro a casa, il padre si è preoccupato ed ha allertato le autorità. La polizia ha rintracciato la bicicletta della bambina vicino ad un sentiero, ma solo il giorno dopo il suo corpo è stato individuato nei boschi.

Il giorno successivo l’arresto del teenager, anche grazie ad un post sulla piattaforma social Reddit dove un utente ha svelato di aver visto Lily in compagnia di un ragazzino domenica stessa vicino al bosco. L’adolescente è stato arrestato ed incriminato, e nonostante la giovane età è già comparso davanti ad un giudice nel tribunale per maggiorenni. Carson è al momento in custodia della polizia con una cauzione da un milione di dollari.

Secondo l’accusa, il 14enne ha preso a pugni Lily, l’ha strangolata, colpita con un bastone e poi ha abusato sessualmente di lei. Inoltre pare che il giovane abbia confessato che aveva intenzione di violentare ed uccidere la cugina fin dall’inizio, pianificando il crimine da quando i due si solo allontanati domenica pomeriggio.

A rendere ancora più orribile la vicenda è il contesto familiare dell’assassino e della vittima: il 14enne è figlio del pedofilo Adam Berger, 37enne condannato in passato a 3 anni in carcere per possesso di materiale pedopornografico, tra cui immagini e video in cui aveva photoshoppato il suo volto in scene con bambine piccolissime. Durante il suo periodo in galera, aveva mantenuto stretti contatti col figlio, che definiva “la parte migliore di me“. Lily invece viveva col padre Alex, pluripregiudicato per reati relativi a droghe e alcool e fratello della madre dell’assassino, mentre la madre Jennifer Eyerly è in libertà vigilata dopo una condanna per furto.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Anna Santini

Anna Santini - Io non riesco a trovare parole per descrivere l'orrore davanti ad una notizia del genere. Non credo purtroppo che il 14enne sia recuperabile sotto nessun punto di vista, c'è stato un pesantissimo fallimento da parte della società nei confronti dei minorenni in questa famiglia. Al 14enne non doveva essere consentito di rimanere in contatto stretto col padre pedofilo, doveva essere allontanato subito dalla famiglia e tutelato. Invece il padre è stato libero di comunicare col figlio, trasmettendogli il peggio del peggio.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!