Iscriviti

Ora è ufficiale, anche la Russia di Putin punta alla conquista di Marte

Negli ultimi anni si è riaccesa la corsa verso il pianeta rosso. Ai diversi progetti in studio per raggiungere Marte, si deve aggiungere anche quello della Russia che nel 2019 invierà una prima missione senza equipaggio.

Esteri
Pubblicato il 16 marzo 2018, alle ore 16:00

Mi piace
16
0
Ora è ufficiale, anche la Russia di Putin punta alla conquista di Marte

Anche la Russia lancerà una serie di missioni volte a mettere piede su Marte. A confermarlo è stata l’Agenzia RT, citando il contenuto di un’intervista rilasciata da Vladimir Putin. In quell’occasione il numero uno del Cremlino ha ribadito quelle che sono le ambizioni della Federazione Russa in fatto di esplorazioni spaziali. “Stiamo progettando lanci nello spazio profondo, prima senza equipaggi e in seguito con equipaggi umani“.

Aumenta così il ristretto club delle potenze intenzionate a conquistare il quarto pianeta del sistema solare. Al momento diversi paesi come Stati Uniti, India, Unione Europea e Cina hanno già un loro programma spaziale. Ma a quanto pare non sono gli unici. Al ristretto club si deve aggiungere anche la Russia di Putin.

Stando alle dichiarazioni rilasciate, la Federazione avrebbe in serbo sia un programma lunare, che uno destinato all’esplorazione del pianeta rosso. Per quanto riguarda il nostro satellite, l’obiettivo rimane quello di raggiungere i poli, zone dove esiste una concreta possibilità di trovare dell’acqua. Per quanto riguarda invece Marte, la missione – che tra le altre cose rimane al momento senza nome – sarà avviata nel 2019.

Per la Russia raggiungere il suolo marziano non è però una novità assoluta. Già negli anni ’70, dopo diversi tentativi falliti, il programma di esplorazione sovietico era finalmente riuscito ad inviare una sonda su Marte. Mars 5 aveva poi trasmesso diverse fotografie che avevano permesso di approfondire quella che è la conoscenza del suolo marziano. Con la caduta dell’Unione Sovietica era stato promosso un nuovo tentativo di conquistare il pianeta rosso, ma il progetto non era andato a buon fine.

A molti l’annuncio non è però risultato casuale. Il prossimo 18 marzo lo zar cercherà di conquistare il quarto mandato promettendo la Luna e allo stesso tempo anche Marte. Per farlo non rinuncerà a lanciare il guanto di sfida ai rivali statunitensi, ma anche alle ambizioni marziane di Elon Musk. Nello specifico non si è però venuti a conoscenza di granché: per quel poco che è dato sapere, nel 2019 sarà lanciata una prima missione. Per il resto si valuterà strada facendo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Ritorna la corsa alla spazio con la competizione tra due superpotenze come gli Stati Uniti e la Russia. Più che un progetto ambizioso, quello russo sembra però una mossa ben pianificata da Vladimir Putin, che punta così a consolidare il consenso dell’elettorato. Dall’altra parte il Paese ha già una buona esperienza in fatto di esplorazioni spaziali: rimetterle in moto ottenendo dei successi aumenterebbe il prestigio internazionale della Russia.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!