Iscriviti

Omicidio Sonia Di Pinto, trovata morta a Pasqua: trovati i colpevoli

Era la mattina di Pasqua quando una donna viene ritrovata morta nel seminterrato del ristorante dove lavorava, oggi finalmente i colpevoli sono stati trovati e arrestati.

Esteri
Pubblicato il 29 aprile 2022, alle ore 12:40

Mi piace
1
0
Omicidio Sonia Di Pinto, trovata morta a Pasqua: trovati i colpevoli

Ascolta questo articolo

È il giorno di Pasqua quando una donna, Sonia Di Pinto viene trovata morta nell pizzeria nella quale lavorava, in Lussenburgo; la donna, una 46enne originaria di un comune di Campobasso, fu ritrovata morta la mattina di Pasqua in uno scantinato del ristorante e presentava una ferita alla testa; a dare l’allarme il compagno che, non vedendola rientrare, allertò le forze dell’ordine. 

L’ipotesi era di una rapina finita male, dal momento in cui dalla cassa mancavano tremila euro, ed oggi finalmente i colpevoli sono stati trovati ed arrestati; si tratta di tre persone tra i 20 e i 30 anni che sembrerebbe essere i responsabili della morte della povera donna. 

L’ipotesi della rapina finita male trova le fondamente nell’arresto di tre persone che sono state incastrate grazie soprattutto a delle immagini acquisite da una telecamera di sicurezza. Le immaggini, infatti, mostrano come la donna sia stata aggredita brutalmente. I tre, dopo aver circondato la donna e eggredita, l’hanno colpita violemtemente alla testa per poi fuggire con la somma di tremila euro.

L’incredulità del compagno che su Facebook scrive: “Non posso ancora crederci Eravamo felici , mi hanno trappato l’anima, sei sempre stata la migliore tra noi due, non riesco ad accettarlo”. I due si sarebbero dovuti sposare tra un mese. Anche il sindaco di Petaccio, luogo originario della donna, aveva eepr3esso parole di cordoglio: “Esprimo a nome mio, dell’amministrazione comunale e di tytta la cittadinanza il cordoglio per la tragica e improvvisa scomparsa di Sonia. Il dolore e lo smarrimento sono i sentimenti prevalenti dell’intera comunità di Petaccio che si stringe intorno ai genitori e fratelli per questa tragedia che lascia tutti nello sconcerto”.

La donna è stata sottoposta ad autopsia per accertare le cause della morte, e i funerali sono stati celebrati il 23 aprile scorso a Petaccio suo paese d’origine.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Lea De Simone

Lea De Simone - Non bastano gli incidenti sul lavoro a rendere le persone poco sicure, a completare il tutto come una triste ciliegina sulla torta anche questi fatti di aggressione, perchè andare a lavorare è diventato pericolo anche per questo. Si deve avere paura a lasciare il posto di lavoro e tornare a casa perchè c'è il rischio concreto di essere aggrediti. Pochi controlli anche in questo senso.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!