Iscriviti

Olanda, il premier Mark Rutte: "L’erede al trono può sposare una persona dello stesso sesso"

In Olanda l'erede al trono potrà scegliere se sposare o meno una persona dello stesso sesso, è questa la risposta scritta del premier Mark Rutte al parlamento.

Esteri
Pubblicato il 13 ottobre 2021, alle ore 14:38

Mi piace
1
0
Olanda, il premier Mark Rutte: "L’erede al trono può sposare una persona dello stesso sesso"

I reali olandesi potranno scegliere se sposare o meno una persona del loro stesso sesso senza rinunciare al trono, è questa la risposta scritta inviata dal premier Mark Rutte al parlamento: se la principessa Amalia d’Olanda vorrà sposare una donna sarà comunque regina.

L’Olanda è stato il primo paese al mondo a permettere il matrimonio tra persone dello stesso sesso nel 2001 e quindi questa rappresenta un’ulteriore dimostrazione del suo sviluppo e dell’apertura di coloro che lo governano rispetto a tematiche tanto attuali quanto dibattute.

Questa è infatti una vera e propria svolta che conferma la maggiore modernità delle monarchie del Nord, che hanno ormai preso una direzione che dovrebbe diventare una vera e propria linea guida soprattutto per quei paesi che desiderano migliorare le proprie posizioni specialmente sui temi di attualità dibattuti come questo.

La strada verso l’evoluzione della monarchia olandese è ormai stata intrapresa e ci si augura apertamente che il loro invito venga accolto anche altrove, in particolare nei paesi in cui ci quotidianamente aumentano i gay-pride e dove i temi di uguaglianza e di attualità sono fortemente sentiti.

Nel 2021 libertà come semplicemente quella di scegliere chi avere al proprio fianco e chi sposare non possono essere più violate, è necessario modernizzare la società e l’apertura e il vento di cambiamento è bene che partino dall’alto, da chi governa e stabilisceL, affinchè il loro esempio diventi prpverbiale e possa giungere a quante più persone possibile.

L’Italia rimane invece uno dei pochi Paesi europei a non avere una legge che permetta alle coppie omosessuali di unirsi in matrimonio, possono farlo infatti solo civilmente e molti diritti sono loro negati (non hanno diritto infatti all’adozione nazionale e internazionale e nessuno dei due partner può adottare il figlio dell’altro partner).

Che il vento di cambiamento olandese possa in tempi brevi coinvolgere tutti, affinchè non venga dimenticato, ma ribadito che il testo della Costituzione va interpretato in relazione ai cambiamenti socio-culturali.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Anna Fiore

Anna Fiore - Questa dell'Olanda rappresenta una vera e propria svolta storica, un punto di partenza per l'abolizione futura delle monarchie, è bene che la notizia abbia risonanza, che venga condivisa e accolta anche attraverso i social affinchè possa arrivare anche a coloro che si esprimono sfavorevolmente, sia per ignoranza che per semplice abitudine.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!