Iscriviti

New York, autorizza a far staccare la spina al fratello: l’autopsia rivela la vera identità dell’uomo

I medici dell'ospedale di Brooklyn, chiedono alla sorella l'autorizzazione per staccare la spina all'uomo, morto cerebralmente. Al momento dell'autopsia si scopre una tragica verità.

Esteri
Pubblicato il 30 gennaio 2019, alle ore 13:33

Mi piace
2
0
New York, autorizza a far staccare la spina al fratello: l’autopsia rivela la vera identità dell’uomo

Sta facendo molto discutere quanto accaduto al St. Barnabas Hospital di Brooklyn, dove una donna ha acconsentito a staccare la spina a quello che le era stato presentato come suo fratello. Dopo la morte dell’uomo, il corpo è stato sottoposto ad un’autopsia, ed in quel momento è stato scoperto che il paziente pianto per giorni non era il fratello della donna.

Freddy Clarence Williams è il nome del paziente deceduto nei mesi scorsi, scambiato per Freddy Williams, della stessa età ma senza il secondo nome. Un caso di omonimia che ha dato inizio ad un’inchiesta interna all’ospedale a causa di quanto successo. La sorella del 40enne che si è scoperto successivamente vivo ed in buona salute, si dice distrutta dal dolore per aver acconsentito alla morte di una persona che neanche conosceva.

Lo scambio d’identità

Il luglio scorso, Shirell Williams è stata contattata dal St. Barnabas Hospital ed avvisata dell’arrivo del fratello Freddy Williams presso la struttura in condizioni critiche. Il 40enne infatti, a causa di una overdose, è stato ricoverato in ospedale dove successivamente gli è stata riscontrata la morte cerebrale. A seguito della diagnosi, i medici hanno richiesto alla famiglia il permesso per staccare la spina.

Shirell racconta di essersi presentata con la famiglia e le figlie del fratello al capezzate del paziente. A causa dei numerosi tubi presenti, e alla faccia gonfia dell’uomo, non le è stato possibile riconoscere il fratello, ma in quel momento le sembrava di riconoscere alcuni tratti familiari. Per giorni la famiglia è rimasta in lutto per la perdita subita, fino a quando è arrivata una seconda telefonata da parte dell’ospedale.

Dopo un’attenta autopsia sul corpo del defunto, si è scoperto che non si trattava del Freddy Williams fratello di Shirell, che in quel momento era detenuto presso l’isola di Rikers in ottima salute. I medici, all’arrivo di Freddy Clarence, hanno trovato il portafoglio nei pantaloni del paziente e ricercato il numero di previdenza sociale che li ha successivamente fatti arrivare a Shirell Williams a causa dell’omonimia dei due uomini.

Tutt’ora non si sa se la famiglia di Freddy Clarence è a conoscenza del decesso dell’uomo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Una storia davvero assurda quella che arriva da New York. Non posso neanche immaginare come si possa sentire Shirell, che nonostante la felicità nel sapere delle condizioni del fratello, si ritrova con un peso enorme nella coscienza per aver "ucciso" un uomo che neanche conosceva. Davvero triste. Spero che si risalga presto alle responsabilità dell'accaduto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!