Iscriviti

Neverland, il ranch di Michael Jackson venduto a un miliardario americano

Neverland, la tenuta di Michael Jackson, luogo incantato per i bambini, dopo varie peripezie, è stata venduta ad un miliardario americano che si occupava delle finanze del re del pop.

Esteri
Pubblicato il 27 dicembre 2020, alle ore 10:56

Mi piace
4
0
Neverland, il ranch di Michael Jackson venduto a un miliardario americano

Neverland, il ranch di Michael Jackson, dove il re del pop ospitava anche tantissimi bambini facendoli divertire con attrazioni, giochi, e molto altro, dopo varie peripezie, è stato venduto a un miliardario americano per un prezzo nettamente inferiore rispetto al valore di mercato attribuito alla tenuta. Da parecchio tempo, la villa era come abbandonata in quanto nessuno voleva comprarla, ma le cose sono cambiate. Vediamo come è andata la compravendita.

La tenuta che si trova nel cuore della California è stata comprata da Ron Burkle per la cifra di 22 milioni di Euro. Il ranch è stato acquistato intorno agli anni Ottanta da Michael Jackson per la somma di 19.5 milioni d dollari. Una tenuta nota a tutti come Neverland, nome da Peter Pan, che era considerata una sorta di luogo magico e fatato per tutti i bambini.

Neverland non era solo un luogo da fiaba con giochi, attrazioni, ma anche un posto in cui i bambini potevano giocare ed essere liberi, se stessi senza remore. Colui che ha comprato Neverland, ha varie proprietà sparse per gli Stati Uniti e si è occupato per diverso tempo del denaro della pop star, essendo il suo consulente finanziario.

Inoltre, Burkle è stato anche molto utile e di supporto in quanto lo ha aiutato a risanare i debiti che hanno preceduto la sua morte. Nel 2003 la tenuta fu sottoposta a perquisizione in quanto ritenuta il luogo del peccato dal momento che, sembrava proprio qui, si consumassero violenze e molestie sui minori di cui molti hanno incolpato lo stesso Michael Jackson.

Sono state anche trovate delle immagini pedo-pornografiche, a dimostrazione di quanto successo. Inoltre, è stato anche girato un documentario dal titolo Leaving Neverland che racconta proprio delle testimonianze delle vittime di abuso. Due anni dopo, nel 2005, la stessa pop star è assolta dalle accuse, anche se ha deciso di mettere in vendita il ranch proprio per pagare i tanti debiti accumulati. Negli anni, il valore di mercato è salito arrivando ai 100 milioni di dollari per poi scendere ai 31 milioni, una cifra molto vicina a quella per cui Burkle l’ha comprata.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Simona Bernini

Simona Bernini - Ora bisognerà capire le mire del nuovo proprietario e i suoi obiettivi in merito. Sarebbe carino, per i fan e curiosi, organizzare, non appena la pandemia lo permetterà, una sorta di tour per vedere i suoi interni e il luogo che Michael Jackson ha costruito per i bambini. Sicuramente Neverland ha rappresentato una isola felice per i tanti bambini, nonostante i rumours intorno alla vicenda, veri o presunti che siano.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!