Iscriviti

NASA: un asteroide potrebbe colpire la Terra nel 2022

Un asteroide di grandi dimensioni potrebbe colpire il pianeta terra nel 2022 portando conseguenze catastrofiche. Si stanno studiando metodi per deviare l'orbita dei corpi celesti.

Esteri
Pubblicato il 19 novembre 2019, alle ore 13:33

Mi piace
4
0
NASA: un asteroide potrebbe colpire la Terra nel 2022

Un asteroide con diametro di circa 130 metri potrebbe colpire il pianeta Terra nella data di venerdì 6 maggio 2022. L’asteroide prende il nome di “2009 JF1” ed il suo impatto potrebbe generare un’energia di 230 chilotoni. L’asteroide è stato classificato come NEO (Near Earth Object) cioè “oggetto vicino alla Terra”. Le possibilità che questo accada sono di 1 su 3.800.

La stima delle probabilità d’impatto si deve alla collaborazione tra la NASA e l’Agenzia Spaziale Europea. Secondo l’ESA, l’asteroide 2009 JF1 raggiungerebbe una distanza minima di 2.500 chilometri dalla Terra. L’influenza gravitazionale del pianeta potrebbe, quindi, attrarre l’asteroide verso la propria superfice.

Secondo le ultime stime, l’impatto genererebbe una potenza 15 volte più grande della bomba atomica “Little Boy” (lanciata il 6 agosto 1945 su Hiroshima) la quale uccise circa 70 mila persone al momento dell’impatto. La potenza dell’asteroide sarebbe in grado di distruggere un’intera città e di generare terremoti di grande portata. Nel caso in cui l’asteroide cadesse in mare, darebbe origine a tsunami pericolosi.

Ad oggi le probabilità d’impatto sono minime, ma non trascurabili. Gli scienziati stanno studiando un modo per evitare impatti con corpi celesti pericolosi. La missione DART (Double Asteroid Redirection Test), per esempio, prevede l’utilizzo di una sonda per deviare la traiettoria di un asteroide. L’esperimento avverrà nell’estate del 2021.

La sonda DART verrà lanciata contro un asteroide di 160 metri, chiamato Didimo B che trova posto tra Marte e la Terra. Avrà una velocità di circa 24 mila chilometri orari. L’asteroide orbita attorno a Didimo A, e ciò permetterà di osservare le conseguenze dell’impatto della sonda su entrambi i corpi celesti. I risultati ci permetteranno di capire se è effettivamente possibile deviare la traiettoria di un asteroide attraverso una sonda senza ripercussioni per la Terra. La missione Dart verrà ripresa da LICIACube, un cubesat italiano (un satellite in miniatura dalla forma cubica).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Chiara Venditti

Chiara Venditti - Ancora una volta la scienza è l'unica in grado di aiutare l'essere umano. I ricercatori sono in continuo lavoro per garantire la serenità della vita. Il loro studio è necessario in ogni campo, dal settore medico al settore psicologico. Gli stati dell'intero mondo dovrebbero impegnarsi per finanziare al meglio il loro intelletto e spronare cosi nuove menti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!