Iscriviti

Motocross, muore il pilota Rene Hofer, travolto da una valanga

Un pomeriggio in montagna con gli amici si trasforma in tragedia portando via un giovane pilota di motocross che muore travolto da una valanga in montagna in Austria.

Esteri
Pubblicato il 6 dicembre 2021, alle ore 10:26

Mi piace
3
0
Motocross, muore il pilota Rene Hofer, travolto da una valanga

Con l’arrivo dell’inverno e dell’apertura delle piste da sci, molti ne approfittano per la settimana bianca o un weekend in montagna. Per quanto sia affascinante vivere la montagna, è spesso preda di incidenti a causa di valanghe o slavine. Purtroppo, nella giornata di sabato 4 dicembre, a farne le spese è stato Rene Hofner, campione di motocross che è morto dopo essere stato travolto da una valanga.

Il giovane pilota di anni 19 di origine austriaca si trovava con alcuni amici in montagna a Lungau, in Austria, quando durante un fuoripista è stato travolto da una valanga per la quale non c’è stato nulla da fare.

Una massa nevosa di più di 4 metri a 2400 metri di altezza, ha travolto, non solo lui, ma anche altre 8 persone nell’escursione, causando la morte di Michael Weissmann e Bastian Wolf, entrambi piloti.

Il 4 gennaio Hofer avrebbe compiuto 20 anni. Un giovane pilota della scuderia KTM che aveva un lungo futuro davanti a sé in questo mondo. Infatti, nel 2016 si laureò campione d’Europa nella classe 85cc. Nella stagione attuale era nella classifica generale Mx2, vincendo i premi di Pietramurata e Garda.

Un giovane talento che ha cominciato a salire sulle moto fin da quando era bambino al punto che, solo a 5 anni, si classificò al secondo posto nella NO West Cupo, andando poi a vincere il trofeo in questa competizione l’anno successivo. A 7 anni si è imposto in altre competizioni vincendo a 8 la MX Austria Cup.

Già l’anno scorso, durante il Gran Premio di Lituania, ebbe un incidente che gli costo la frattura del braccio sinistro, per cui la sua stagione fu interrotta prima della fine. La sua attuale scuderia lo ha ricordato pubblicando un post sui social: “È una tragedia per la tua famiglia, per la tua famiglia Ktm e per la comunità dell’Mxgp. Sarai sempre ricordato come il ragazzo felice che eri. Riposa in pace. Le nostre condoglianze a tutti coloro che ti amavano. Ci mancherai incommensurabilmente numero 711”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Simona Bernini

Simona Bernini - Sono tragedie che non dovrebbero mai succedere, dovrebbe esserci maggiore accortezza e responsabilità quando si va in montagna. Peccato davvero per questo giovane della motocross che aveva un futuro, sicuramente costellato di successi, davanti a sé e che è stato spazzato via da una valanga in una giornata di divertimento con gli amici.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!