Iscriviti

Meno mamme minorenni inglesi: il merito è dei social network

La percentuale di gravidanze precoci fra le teenagers inglesi si è smezzata dal 2007 da quando sono subentrati i social network nelle vite degli adolescenti. Le gravidanze fra i minori britannici sono scese addirittura del 45%

Esteri
Pubblicato il 11 marzo 2016, alle ore 09:12

Mi piace
11
0
Meno mamme minorenni inglesi: il merito è dei social network

Ascolta questo articolo

Per illustrare lo stupefacente calo del tasso di gravidanze indesiderate sono state prese in considerazione svariate ipotesi. Molti studiosi hanno ipotizzato che le lezioni di educazione sessuale svolte a scuola stessero dando i primi frutti. Altri hanno pensato si trattasse di un nuovo approccio giovanile nei confronti di tutti gli svantaggi che le gravidanze precoci causano alle ragazzine.

Solo dopo attente analisi e riflessioni si è giunti alla semplicissima conclusione e deduzione che le adolescenti inglesi trascorrono molto meno tempo in compagnia di coetanei, in quanto attaccate morbosamente al proprio smartphone e, nello specifico, connessi su popolari social network quali Facebook, Snapchat, Instagram e su app di messaggistica come Whatsapp.

Gli esperti inglesi hanno però sottolineato l’altra faccia della medaglia: il boom dei social network sta mettendo a rischio gli adolescenti per quanto concerne il cyberbullismo (ossia quegli atti di bullismo e di molestia effettuati tramite mezzi elettronici come l’e-mail, le chat, i blog, i social media, etc.) e all’adescamento da parte di eventuali pedofili che si celano dietro false identità (noto anche come Catfishing).

Le istituzioni pubbliche del Regno Unito stanno constatando che 22.653 minori, fra il Galles e l’Inghilterra, sono diventate mamme nel corso dell’anno 2014: una riduzione di ben 7% in un solo anno. L’illustre economista della Nottingham University Business School, David Paton, stando alle sue analisi delle dinamiche e dei comportamenti fra adolescenti, ha dedotto che una situazione analoga si sta verificando in Nuova Zelanda.

In sintesi i ragazzini e le ragazzine trascorrono più tempo scattandosi selfie e condividendoli in tempo reale sui social media, anzichè ubriacandosi e/o fumando marijuana nelle discoteche o nei vari locali notturni. Sempre secondo il punto di vista dell’economista David Paton, il fenomeno dei social network e del social sharing è il miglior metodo contraccettivo in grado di tenere lontano i teenagers dalle gravidanze indesiderate.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Gloria La Barbera

Gloria La Barbera - Secondo il mio personalissimo punto di vista, l'avvento dei social network e delle app di messaggistica istantanea quali Whatsapp ha effettivamente inciso positivamente sulla percentuale di gravidanze indesiderate fra i minori. E' un dato di fatto: fino a 10 anni le ragazzine che restavano incinte prima della maggiore età erano numericamente superiori, nella fattispecie fra i ceti medio-bassi. Ad oggi, sempre in riferimento al target medio-basso, gli adolescenti preferiscono trascorrere il loro tempo appagando il loro ego mediante adulazione reciproca, caratterizzata da commenti lusinghieri e "mi piace" virtuali.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!