Iscriviti

Mamma morta da 117 giorni porta a termine la gravidanza: la bambina sta bene

La gravidanza è stata seguita e portata a termine nell'Ospedale dell'Università di Brno, in Repubblica Ceca. I medici hanno mantenuto attive le funzioni vitali della mamma, morta cerebralmente da 117 giorni, permettendo alla bambina di nascere sana.

Esteri
Pubblicato il 18 settembre 2019, alle ore 11:36

Mi piace
8
0
Mamma morta da 117 giorni porta a termine la gravidanza: la bambina sta bene

Un primato, un evento eccezionale, o per lo meno un caso rarissimo, come riporta il sito dell’Ospedale dell’Università di Brno, in Repubblica Ceca: si tratta dell’unica nascita, rispetto ad altre venti del genere, con un ricovero così lungo ed un neonato con un peso così alto, oltre i 2 kg.

Era il 21 aprile 2019 quando la mamma, una ventisettenne alla sedicesima settimana di gravidanza, è stata trovata incosciente in casa propria. Attraverso l’ausilio dell’elisoccorso è stata trasportata tempestivamente all’Unità di Emergenza di Brno con l’anamnesi di malformazioni arterovenose ed episodi di epilessia.

I soccorritori hanno supportato l’attività respiratoria e dalla TAC si è presentato un ictus. Il respiro spontaneo è terminato intorno alle 16, determinando la morte cerebrale. I medici della clinica di Anestesia, Rianimazione e Medicina Intensiva dell’Ospedale Universitario di Brno e della Facoltà di Medicina dell’Università di Masaryk, in collaborazione con i ginecologi, hanno provveduto a mantenere stabili le funzioni vitali della donna, proteggendo il feto.

La cura

La cura prevedeva un accurato monitoraggio delle attività cardiache, polmonari e renali, oltre che della temperatura corporea, associato alla somministrazione di farmaci. I medici sottolineano anche l’attenzione prestata nel mantenere la perfetta integrità della pelle, causa di complicanze infettive molto comuni in situazioni analoghe.

Anche l’alimentazione è stata oggetto di monitoraggio: essa, infatti, doveva garantire, oltre al fabbisogno energetico necessario alla madre, anche il corretto sviluppo del feto.

La bambina

Dopo un paio di mesi è stato rilevato che il peso della bambina di aggirava intorno ai 980 grammi. A luglio, invece, pesava già 1,5 kg. E’ stato il 15 di agosto che si è deciso di procedere con un parto cesareo, dopo trentaquattro settimane e tre giorni di gestazione.

La bambina è nata perfettamente sana, con un peso di 2.130 grammi per 42 centimetri di lunghezza. A rendere possibile la straordinaria riuscita di tutto l’intervento sono state le buone condizioni di salute della donna prima della manifestazione dell’ictus e la tempestiva assistenza medica.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Laura Filippi

Laura Filippi - La nascita di una bambina perfettamente sana, avente valori pari ad altri bebè nati in modo più tradizionale, è un caso più unico che raro. Il merito è dei medici e delle loro cure tempestive ed ideali per la situazione, il corpo della mamma e quello del feto. Ma questa nascita è anche la prova della forza schiacciante della vita umana che, più tenace della situazione, ha visto crescere una bambina sana.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!