Iscriviti

Maestra tappa la bocca di una bambina con lo scotch: muore a 6 anni

Accade in Cina l'ennesima violenza su minori in un asilo nido, dove una maestra ha sigillato la bocca di una bambina con dello scotch, perchè "parlava troppo".

Esteri
Pubblicato il 18 giugno 2017, alle ore 12:19

Mi piace
9
0
Maestra tappa la bocca di una bambina con lo scotch: muore a 6 anni
Pubblicità

Jilin, Cina. Secondo la sua maestra d’asilo, Guo Jintong aveva la grave colpa di essere eccessivamente vivace, parlare troppo, e disturbare il resto della classe con le sue chiacchiere da bimba di sei anni.

Ecco l’ennesima tragedia consumata per mano di una maestra in un asilo, dove una innocente creatura è stata ridotta al silenzio mentre i suoi compagni continuavano a fare esercizi di aerobica, sigillandole ermeticamente la bocca con nastro adesivo e colla. Inizialmente, la bambina non ha cessato di saltare insieme agli altri bimbi ma poi, improvvisamente, ha cominciato a dare segni di malessere: quella “museruola” si stava rivelando mortale.

La maestra, non appena si è accorta del malore, l’ha portata subito in infermeria, la cui responsabile ha immediatamente chiamato un’ambulanza. La corsa in ospedale, però, si è rivelata inutile, e i medici non hanno potuto far altro che arrendersi all’evidenza: Guo Jintong era morta.

La tragedia è avvenuta nella provincia sudorientale cinese di Jilin, all’asilo sperimentale di Huadian, i cui responsabili non hanno ancora rilasciato alcuna dichiarazione in merito alla vicenda.

I funzionari governativi hanno infatti avviato un’inchiesta insieme alla polizia locale, mentre gli abitanti della città, che hanno organizzato una veglia a lume di candela in memoria della piccola, pretendono risposte ed esigono giustizia. I genitori di Guo Jintong sono rimasti seduti fuori dalla porta dell’asilo in attesa che la scuola rispondesse a quella terribile tragedia: vogliono sapere come sia possibile che, tra i metodi educativi di quell’asilo sperimentale, rientrino punizioni come quella che ha spezzato la vita della loro bimba.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore

Marta Lorenzon - Purtroppo, questo genere di notizie sembra non mancare mai. Le ritroviamo in Italia ma anche nel resto del mondo, e le vittime sono sempre degli innocenti bambini che vengono strappati non solo dalle loro giovanissime vite non ancora iniziate, ma anche dalle braccia dei loro amati genitori, che - dopo aver portato i figli all'asilo - si ritrovano a riprenderli dall'ospedale, ormai senza vita.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!