Iscriviti

L’ultimo saluto di una malata terminale ai suoi animali: la sua storia conquista il web

Jan Holman, 68 anni, malata terminale, riesce a salutare per l'ultima volta i suoi animali grazie ad una sorpresa organizzata dallo staff dell'ospedale presso cui è ricoverata.

Esteri
Pubblicato il 13 ottobre 2021, alle ore 15:22

Mi piace
0
0
L’ultimo saluto di una malata terminale ai suoi animali: la sua storia conquista il web

Una storia che fa commuovere, quella che sto per raccontarvi. E’ la storia di una donna 68enne, Jan Holman, inaspettatamente portata d’urgenza in ospedale, 6 settimane fa.

Le è stata, difatti, diagnosticata una malattia terminale e, da allora, è ricoverata presso l‘Hospice of the Good Sheperd, a Chester, nel Regno Unito, senza poter più tornare a casa a salutare i suoi adorati animali ma lo staff dell’ospedale decide di farle una sorpresa.

L’accaduto

Jan Holman, ricoverata da un mese, ha potuto realizzare, col beneplacito dei medici dell’Hospice of the Good Shephard a Chester, in Regno Unito, il suo unico e ultimo desiderio prima di morire: salutare per l’ultima volta i suoi adorati animali: il cavallo Bob e due King Charles Spaniel, Monty e Rowley. 

“Bob è una parte importante della mia vita, mi è mancato tantissimo. Non avrei mai immaginato di poterlo salutare un’ultima volta perchè rispetto ai cani è più difficile da trasportare”, ha detto Jan, che ancora stenta a credere alla sorpresa che il personale del nosocomio è riuscito a realizzare per lei. Nelle fotografie pubblicate sulle pagine social dell’ospedale e sui principali quotidiani britannici, si vede il cavallo strofinare il muso sul collo della padrona, lambendo le porte del cortile mentre lei gli da da mangiare carote e banane dal suo letto.

“Fino a poche settimane fa stavo ancora cavalcando Bob, ogni giorno… Sapevo che era possibile organizzare la visita dei miei cani perchè avevamo un vicino che era un paziente all’ospizio qualche anno fa e ci aveva detto che era permesso portare i cani, ma non mi sarei mai aspettata che mi avrebbero dato la possibilità di vedere Bob ancora una volta”, ha aggiunto la donna quasi in lacrime.“Non avremmo mai immaginato di potr includere i nostri cani Monty e Rowley e Bob nella lista delle visite, ha detto il marito di Jan, Dennis.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Una storia davvero toccante che mi ha fatto scendere rigoli di lacrime dagli occhi, questa, simbolo dell'amore incondizionato che lega una padrona ai suoi animali fino alla fine dei suoi giorni. Avendo un gatto che considero un essere umano, capisco perfettamente il suo ultimo desiderio e le auguro di non soffrire più in quest'ultima fase della sua vita terrena.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!