Iscriviti

Libano, incendio in un deposito di carburanti: Vigili del Fuoco evitano l’esplosione

Secondo quanto riferiscono i media internazionali il fatto si sarebbe verificato in un impianto dell'azienda petrolifera Zahrani. Circa 25 Vigili del Fuoco sono stati impegnati nelle operazioni di spegnimento e hanno evitato che le cisterne eplodessero.

Esteri
Pubblicato il 11 ottobre 2021, alle ore 14:54

Mi piace
0
0
Libano, incendio in un deposito di carburanti: Vigili del Fuoco evitano l’esplosione

Un nuovo e grave fatto di cronaca si è verificato in Libano, dove ormai da sabato scorso manca la corrente elettrica. Il Paese è nel black out più totale. I cittadini stanno provvedendo a produrre energia elettrica per le proprie abitazioni con generatori alimentati a diesel, ma la situazione non è delle migliori. In queste ore, infatti, un deposito dell’azienda petrolifera Zahrani è andato a fuoco. Il fumo prodotto dalla combustione era visibile da svariati chilometri di distanza. 

Sul posto sono immediatamente intervenuti i Vigili del Fuoco, che con 25 uomini hanno provveduto a contenere le fiamme, evitando che le cisterne coinvolte dall’incendio, che contenevano benzene, potessero esplodere. Il Ministro dell’Energia, Walid Fayyad, ha fatto sapere tramite una nota stampa che le fiamme sono state circoscritte. “Dobbiamo aspettare per il risultato delle indagini ed essere pronti a prendere le decisioni necessarie in base all’esito. La priorità ora è la sicurezza delle persone” – così ha dichiarato Fayyad.

La crisi del Paese

In Libano le centrali elettriche sono ormai a secco di carburante e il Governo ha dichiarato che i disagi potrebbero persistere anche nei prossimi giorni. Al momento non si sa per quanto tempo il Libano non avrà corrente elettrica a sufficienza per alimentare la rete elettrica. La potenza sarebbe scesa sotto ai 200 megawatt

Il deposito che è andato a fuoco nella giornata odierna si trova a sud di Beirut, la capitale del Paese, già interessata da una gigantesca esplosione al porto nel 2020. Da allora la nazione del Medio-Oriente non si è più ripresa. Le autorità hanno comunque impedito che l’incendio odierno si propagasse alle altre cisterne

L’azienda Zahrani si occupa di produrre benzina e diesel destinati ai mezzi governativi e dell’esercito. Sui social sono cominciare a scorrere le immagini del vasto incendio che ha colpito il deposito. Le foto e i video sono impressionanti. Nelle prossime ore potranno conoscersi sicuramente ulteriori dettagli sull’episodio in questione. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Ancora un grave fatto di cronaca squote il Libano. L'incendio di questo deposito per carburanti davvero non ci voleva, visto che il Paese sta attraversando una grave crisi economica e sociale. Da sabato la nazione è in black out e la situazione pare non destinata a sbloccarsi in un tempo relativamente breve.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!