Iscriviti

Le salme dell’ambasciatore Luca Attanasio e del carabiniere Vittorio Iacovacci tornano in Italia

L'ennesima notizia di morte che giunge dal continente africano. Questa volta si tratta di due italiani, un ambasciatore e un carabiniere addetto alla scorta. Due vite prematuramente spezzate. Oggi i loro corpi torneranno in patria dai loro cari.

Esteri
Pubblicato il 23 febbraio 2021, alle ore 14:41

Mi piace
2
0
Le salme dell’ambasciatore Luca Attanasio e del carabiniere Vittorio Iacovacci tornano in Italia

Dopo il sanguinoso attentato nella Repubblica Democratica del Congo, la farnesina ha disposto il rientro delle salme di Luca Attanasio e Vittorio Iacovacci nel nostro paese. L’arrivo dei feretri è previsto per la serata di oggi

I pm di Roma Sergio Colaiocco e Alberto Pioletti incaricati delle indagini per il sospetto equestro di persona con finalità di terrorismo finito male, hanno disposto l’esame autoptico per i corpi dei due connazionali. Domani mattina presso il Policlinico Gemelli di Roma si svolgeranno le autopsie sui corpi dell’ambasciatore Luca Attanasio e del carabiniere Vittorio Iacovacci. I feretri dei due arriveranno in Italia nella tarda serata di oggi. 

Le indagini sull’accaduto

La procura di Roma ha stabilito che un gruppo di carabinieri del Ros si rechino in Congo per verbalizzare le testimonianze e per collaborare con gli inquirenti locali. I Ros si occuperanno di indagare anche sulle armi dei ranger che avrebbero dovuto garantire la sorveglianza del Parco di Virunga e di parlare con Rocco Leone, l’italiano superstite.

Da una prima ricostruzione dei fatti pare infatti che i due italiani abbiano perso la vita durante uno scontro a fuoco tra i ranger e i rapitori. 
La presidenza congolese, in un comunicato ufficiale, sostiene che sian ostati i rapitori a uccidere l’ambasciatore Luca Attanasio e il carabiniere Vittorio Iacovacci, e che solo in un secondo momento i ranger siano intervenuti con un inseguimento dei colpevoli.

Le “Forze Democratiche per la liberazione del Ruanda” (Fdlr) a cui è stato attribuito il tentativo di sequestro hanno negato di essere responsabili.

In Italia

Nel frattempo il ministro degli Esteri Luigi Di Maio riferirà a breve in parlamento sulla tragica vicenda. La morte di Attanasio e Iacovacci è stata accolta con sgomento e dolore. Due eroi, persone giovani, semplici, capaci di dedicare la vita ai valori in cui credevano e disposti a vivere con mente e cuori aperti in un paese straniero e spesso ostile.

Il presidente Sergio Mattarella ha parlato di “lutto per questi servitori dello Stato”Il diplomatico lascia una moglie e tre bimbe piccole, il giovane carabiniere invece avrebbe dovuto sposarsi in estate. 

La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha disposto per la giornata odierna l’esposizione a mezz’asta della bandiera italiana e della bandiera europea sugli edifici pubblici. Un gesto simbolico in segno di lutto per la scomparsa di due giovani uomini dediti al loro paese e alle loro responsabilità.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Raffaella Dellea

Raffaella Dellea - Tempo fa ho scritto un romanzo ambientato nella Repubblica Democratica del Congo dove raccontavo delle vicende idealizzate in un luogo ben più sicuro di ciò che è in realtà. Questa drammatica notizia mi ha riportato con i piedi per terra. Sgomento e tristezza per sue giovani uomini che, da ciò che abbiamo potuto apprendere in queste ore, amavano il loro lavoro e dedicavano tempo ed energie al prossimo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!