Iscriviti

La risposta di Macron a Trump sul clima: "Scienziati delusi venite qui"

Dopo la dichiarazione di uscita degli USA dagli accordi di Parigi sul clima, arriva la risposta del neo presidente francese Emmanuel Macron, che lancia un singolare appello agli scienziati americani delusi.

Esteri
Pubblicato il 2 giugno 2017, alle ore 21:34

Mi piace
6
0
La risposta di Macron a Trump sul clima: "Scienziati delusi venite qui"

Non ci saranno nuovi accordi né negoziati bilaterali tra Francia e Stati Uniti, almeno stando a quanto ribadito dal Presidente francese Macron in una brevissima telefonata con il Presidente USA, Donald Trump, dopo l’uscita degli Stati Uniti dagli accordi di Parigi sul clima.

Ma il bel Emmanuel ha voluto fare un passo in più e lanciare una vera sfida al Presidente USA: parlando in inglese, si è rivolto agli americani delusi dalle posizioni di Trump sul clima, rilanciando in chiave ecologica il motto del “Tycoon”, ovvero “Make our planet great again“.

Poi l’affondo: un appello stavolta rivolto agli scienziati e agli ingegneri americani, che si occupano di tematiche legate al clima, invitati da Macron a trasferirsi in Francia. Se nel corso del suo discorso – in parte fatto in lingua inglese ed in parte in francese –  il leader francese ha sottolineato di rispettare l’autorevole decisione dello stato sovrano americano, tuttavia sui temi legati alle questioni climatiche non ci possono essere piani B, “perché non c’è un pianeta B“.

E’ così che la Francia ha manifestato il suo disappunto, cosa che hanno fatto anche la cancelliera tedesca Angela Merkel, così come il premier inglese Theresa May. Una pioggia di critiche alla decisione di Donald Trump arrivano anche dai Paesi asiatici e perfino dall’Australia.

Gli accordi di Parigi verranno comunque portati avanti, mentre da un punto di vista più operativo si tradurranno in una più stretta alleanza tra i Paesi dell’Unione Europea e la Cina. In una dichiarazione trilaterale – Italia, Francia, Germania – si è ribadito che gli accordi di Parigi non potranno essere oggetto di una nuova rinegoziazione.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Tiziana Terranova

Tiziana Terranova - Una decisione folle e scellerata, che solo una mente miope poteva partorire. Ed è proprio sulla questione del clima che esserci la prima rottura in casa Trump, poiché stavolta il Presidente Usa non ha voluto ascoltare i preziosi consigli della figlia Ivanka e del genero Kushner, che lo avevano indirizzato in maniera diversa. Come al solito tutto il mondo è contro Donald Trump.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!