Iscriviti

La rapiscono, ma lei fugge buttandosi dal veicolo in corsa: il VIDEO

Una telecamera a circuito chiuso ha ripreso la fuga disperata di una giovane studentessa: rapita mentre stava andando a scuola, la ragazza è riuscita a trovare la libertà gettandosi dall'automobile in corsa prima che fosse troppo tardi

Esteri
Pubblicato il 9 ottobre 2015, alle ore 13:24

Mi piace
0
0

Gettarsi da una macchina in corsa per sfuggire ad un rapimento può sembrare un’azione destinata ad avere successo solamente nei film, o in alternativa se effettuata da una persona che può vantare un addestramento specifico per reagire a situazioni critiche. Eppure, talvolta, può capitare che azioni considerate “impensabili” nella realtà, possano venire compiute proprio da persone cosiddette “normali“.

E’ questo il caso di una giovane studentessa di BridgeportConnecticut (Stati Uniti d’America): tutto è accaduto lo scorso lunedì 5 Ottobre, quando la ragazza stava recandosi a scuola come ogni mattina. Mentre stava camminando, la giovane è stata aggredita da una donna, la quale l’ha poi costretta a salire sulla sua macchina approfittando del suo stato di shock.

Tuttavia il disorientamento della ragazzina non è durato a lungo: incredibilmente infatti, la vittima è riuscita a mantenere il sangue freddo, ed a cogliere di sorpresa la sua rapitrice gettandosi dalla macchina in corsa prima che la donna riuscisse a far perdere le tracce di entrambe.

Nel video si può infatti notare la studentessa buttarsi fuori dal veicolo, rovinando sull’asfalto e vanificando così il tentativo di rapimento. La rocambolesca fuga della ragazza è stata registrata da una telecamera a circuito chiuso per il controllo del traffico, e grazie al filmato ora la polizia del Connecticut sta dando la caccia alla macchina utilizzata per il tentato rapimento.

La giovane ha anche fornito agli inquirenti una descrizione della criminale che ha tentato di sequestrarla e di abusare di lei: si tratterebbe di una donna di origini ispaniche, attorno ai 40 anni di età, con lentiggini sul viso ed una cosa di cavallo. La macchina utilizzata per il tentato rapimento è invece una Toyota Yaris.

La polizia ha diffuso il video della telecamera a circuito chiuso insieme ad un appello lanciato dalla stessa giovane scampata al tentativo di sequestro, allo scopo di tentare di raccogliere informazioni sulla rapitrice.

Cosa ne pensa l’autore
Filippo Di Stefano

Filippo Di Stefano - Innanzitutto, un applauso all'istinto di sopravvivenza della ragazza: riuscire a reagire con tempestività e coraggio in situazioni del genere non è affatto semplice, specialmente quando si parla di adolescenti in una situazione di rapimento. Se ne sentono quotidianamente purtroppo, di casi in cui ragazzi vengono rapiti e torturati per ore, giorni o settimane, spesso persino uccisi. Probabilmente la sua capacità di reazione le ha salvato la vita. Per aggiungere un tocco di fortuna all'iniziativa della giovane, il tutto è accaduto proprio in perfetta corrispondenza con una telecamera a circuito chiuso, il che permetterà ora alle autorità statunitensi di poter identificare la macchina con tempestività, aumentando le probabilità di risalire alla rapitrice. Immagino comunque che, a dispetto del lieto fine, il trauma subito dalla ragazzina sarà tutt'altro che leggero. Ma fortunatamente in questo caso la vittima ha saputo mantenere la lucidità necessaria a cogliere il momento più adatto per fuggire, evitandosi con le sue sole forze di dover fare i conti con conseguenze con ogni probabilità infinitamente peggiori.

Lascia un tuo commento
Commenti
Evelin Felice
Evelin Felice

27 ottobre 2015 - 08:10:43

Meno male che si è salvata

0
Rispondi