Iscriviti

La popolazione mondiale raggiunge 8 miliardi, lo stima l’ONU

L'Onu ha stimato che martedì 15 novembre la popolazione mondiale raggiungerà 8 miliardi di persone. 12 anni fa erano stati raggiunti i 7 miliardi, ma il ritmo di crescita sta rallentando. 8 i paesi che guidano la crescita, l'India sarà il paese più popolato.

Esteri
Pubblicato il 15 novembre 2022, alle ore 11:30

Mi piace
2
0
La popolazione mondiale raggiunge 8 miliardi, lo stima l’ONU

Ascolta questo articolo

La popolazione mondiale raggiungerà questa settimana l’impressionante cifra di 8 miliardi. A stimarlo, con tanto di conto alla rovescia pubblicato sul loro sito ufficiale, sono le Nazioni Unite, che prevedono che martedì da qualche parte del mondo verrà alla luce l’8 miliardesimo essere umano sulla Terra.

Questa pietra miliare è un’occasione per celebrare la diversità e i progressi considerando la responsabilità condivisa dell’umanità per il pianeta“, ha dichiarato il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres in una dichiarazione sul loro sito web. L’organizzazione ha affermato che ci sono voluti 12 anni per passare da una popolazione di sette miliardi a otto miliardi, ma che non ci si aspetta che la popolazione raggiunga i nove miliardi fino al 2037.

Le Nazioni Unite hanno attribuito la “crescita senza precedenti” della popolazione all’aumento della durata della vita umana, a seguito del miglioramento dell’assistenza sanitaria, della medicina e della nutrizione, nonché degli alti livelli di fertilità in alcuni paesi. Tra le stime fatte dall’organizzazione, viene anche aggiunto che nel 2023 l’India arriverà a sostituire la Cina come paese più popoloso.

Inoltre viene stimato che sono otto i paesi che guideranno la crescita della popolazione mondiale fino al 2050: la Repubblica Democratica del Congo, l’Egitto, l’Etiopia, l’India, la Nigeria, il Pakistan, le Filippine e la Repubblica Unita della Tanzania. Le stime osservano che la crescita della popolazione globale è più centralizzata in alcuni dei paesi più poveri del mondo, come quelli dell’Africa sub-sahariana, mentre invece i paesi che tendono ad avere un reddito pro capite più elevato potrebbero non avere necessariamente una popolazione in rapida crescita.

La crescita della popolazione globale è scesa sotto l’1% nel 2020 e attualmente “sta crescendo al ritmo più lento dal 1950“. Anche la pandemia di Covid-19 ha avuto un ruolo nell’influenzare l’aspettativa di vita in tutto il mondo, facendo scendere l’aspettativa di vita media da 72,8 anni nel 2019 a 71 nel 2021.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Anna Santini

Anna Santini - Tutto questo mi fa venire in mente un episodio di "The Office" in cui Dwight Schrute dice "Ci sono troppe persone su questa Terra. Abbiamo bisogno di una nuova piaga". L'abbiamo avuta la nuova piaga, ma le persone sono comunque aumentate tantissimo, e non credo che la terra abbia abbastanza risorse per sostenere ritmi di crescita di questo tipo, anche se rallentati.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!