Iscriviti

Kansas, torturano per ore il figlio di 3 anni: ritrovato il corpo murato in lavanderia

Hanno torturato il figlio di 3 anni per delle ore prima che perdesse la vita, per poi nascondere il piccolo cadavere murandolo all'interno della lavanderia. A lanciare l'allarme il proprietario di casa, insospettito dal cattivo odore.

Esteri
Pubblicato il 3 dicembre 2018, alle ore 11:02

Mi piace
2
0
Kansas, torturano per ore il figlio di 3 anni: ritrovato il corpo murato in lavanderia

Una storia agghiacciante quella che arriva dal Kansas, dove una coppia ha torturato per delle ore il figlio di soli 3 anni, per poi ucciderlo e nasconderne il cadavere murandolo all’interno della loro lavanderia. Nessuno si era accorto dell’assenza del piccolo Evan, fino a quando il proprietario di casa ha lanciato l’allarme alla polizia avvertendo uno strano e preoccupante odore provenire proprio dalle mura dell’edificio.

A testimoniare le terribili torture che ha dovuto subire il bambino, alcuni filmati registrati dalle videocamere presenti all’interno dell’abitazione: da quanto viene detto dalle autorità che stanno seguendo il caso, la coppia non ha avuto difficoltà ad ammettere ogni atrocità fatta ad Evan, senza mostrare pentimento o dispiacere per quanto accaduto.

Costretto a mangiare sale 

Da quanto è trapelato dalle indagini, la tortura ha avuto inizio a causa del rifiuto del piccolo Evan di mangiare. Le torture che hanno portato alla triste morte del bambino non erano i primi episodi di violenza ai danni del piccolo, che già da tempo veniva costretto a mangiare grandi quantità di sale, proprio il motivo che lo avrebbe spinto a rifiutare il cibo in quest’ultima occasione.

Il suo rifiuto ha dato così inizio alle atrocità di Miranda Miller, 37 anni, e del suo compagno Stephen Bodine, 41 anni. Dai filmati confermati anche dal racconto della coppia, si può vedere il piccolo Evan legato con una catena e lasciato per ore da solo nel seminterrato. Il bambino veniva picchiato ed insultato pesantemente dai due adulti.

Quando il piccolo non è più riuscito a sopportare la serie di torture, è svenuto e poco dopo è morto. A quel punto, la coppia ha deciso di nascondere il corpo di Evan murandolo all’interno della lavanderia, dov’è stato successivamente scoperto dalla polizia allertata dal padrone dell’appartamento, preoccupato per il forte odore che proveniva dal seminterrato. La coppia rischia 30 anni di carcere.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Vicende come queste non meritano neanche di essere commentate, ma vanno comunque raccontate perchè la gente capisca quante persone malate ci sono a questo mondo, e si ricordi sempre il bisogno di protezione e amore che hanno i più piccoli e deboli. Nulla è scontato, proteggiamo sempre chi amiamo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!