Iscriviti

Iran: dottori estraggono dal retto di un 50enne una bottiglia da 250ml

Un 50enne in Iran si è presentato in ospedale per dolori addominali e stitichezza, la TAC ha svelato che aveva una bottiglia di 250ml incastrata nell'intestino crasso. L'uomo non aveva confessato di essersela inserita nel retto per paura della moglie.

Esteri
Pubblicato il 16 luglio 2022, alle ore 11:19

Mi piace
0
0
Iran: dottori estraggono dal retto di un 50enne una bottiglia da 250ml

Ascolta questo articolo

Sono incredibilmente frequenti i casi in cui i medici del pronto soccorso si trovano a dover estrarre gli oggetti più svariati dai retti dei propri pazienti. È quando successo in Iran, dove un uomo di 50 anni si è presentato con una bottiglia di plastica da 19 centimetri che si era infilato giorni prima nell’ano. L’uomo non aveva cercato aiuto né svelato a nessuno cosa stava succedendo per paura della moglie.

È proprio la donna, ignara della situazione che ha insistito a portare il marito in ospedale, preoccupata perché non mangiava più, lamentava forti dolori addominali e non riusciva ad andare in bagno. Anche in ospedale, l’uomo non ha rivelato ai sanitari di avere inserito una bottiglia d’acqua da 250ml nel suo ano.

È stato solo quando i medici hanno visto i risultati della TAC che hanno scoperto l’oggetto che l’uomo celava al suo interno. Parlando del caso alla rivista scientifica  Clinical Case Reports, i dottori hanno confermato che l’uomo non aveva voluto confessare di aver inserito la bottiglietta di acqua al suo interno per “imbarazzo e paura della moglie“.

L’uomo aveva spinto prima la base della bottiglia, in modo da poterla poi estrarre tirando dalla parte superiore. Però non è riuscito a rimuovere la bottiglia di plastica, che era arrivata al suo intestino crasso dove si era incastrata. I medici dell’Ospedale Imam Khomeini Hospital hanno quindi portato l’uomo in chirurgia, dove l’anestesia gli ha fatto perdere coscienza e ha rilassato il suo sfintere.

I chirurghi sono riusciti quindi a rimuovere “lentamente e con attenzione” la bottiglia dal suo ano, senza causare rotture o sanguinamenti. Test successivi non hanno trovato danni interni o perforazioni nell’intestino del 50enne, che ha una storia clinica di depressione. Un mese dopo l’operazione è avvenuta la visita di controllo, durante la quale è emerso che l’uomo non ha sofferto problemi conseguenti né ha avuto problemi intestinali.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Anna Santini

Anna Santini - Mi ricordo ancora benissimo l'episodio di "Scrubs" nel quale devono tirare fuori una lampadina di vetro, senza però romperla, e il Dottor Cox, J.D. e l'inserviente collaborano fino a trovare una soluzione, cioè inserire un palloncino fino a dopo la lampadina e poi gonfiarlo. Sono casistiche che accadono molto spesso, a quanto pare.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!