Iscriviti

Inghilterra, l’opera d’arte che rappresenta uno squalo "caduto dal cielo"

Si tratta della Headington Shark, una casa che si trova in New High Strett, nel distretto di Headington a Oxford, in Inghilterra. L'opera è costruita in fibra di vetro e sporge da una casa che altrimenti sarebbe esteticamente normale. Lo squalo è lungo 8 metri.

Esteri
Pubblicato il 19 novembre 2021, alle ore 14:35

Mi piace
2
0
Inghilterra, l’opera d’arte che rappresenta uno squalo "caduto dal cielo"

Immaginate di camminare per le strade di una città, magari in quartiere densamente costruito con villette a schiera. Ora immaginate ad un certo punto di trovarvi davanti un enorme squalo che si trova sul tetto di una casa, incastrato. Sebbene quello che stiamo per raccontare può sembrare fantasia, è invece possibile vivere un’esperienza del genere a Headington, un distretto che si trova a Oxoford, in Inghilterra. Basta infatti recarsi in New High Street per poter vedere un enorme squalo che è come rimasto incastrato nel tetto di una villetta, soprannominata Headington Shark.

Niente paura però. Non si tratta di uno squalo vero e proprio, ma di un’opera d’arte costruito in fibra di vetro cinque anni fa. Il proprietario dell’abitazione, il giornalista e uomo d’affari, Bill Heine, già nel 1986 decise di ravvivare la sua abitazione ordinando ad un amico di costruire un pescecane della lunghezza di otto metri, e di posizionarlo sul tetto. Ma dopo la costruzione dell’opera nacque un contenzioso legale con le autorità cittadine.

Il sostegno della cittadina

Gli abitanti non hanno gradito l’ordinanza del comune che aveva richiesto ad Heine di rimuovere l’opera. Dopo sei anni di battaglia, l’urbanista Peter Macdonald, ha invece dato ragione al giornalista, affermando che l’opera poteva rimanere sul tetto dell’abitazione, in quanto non recava nessun fastidio.

Anche gli abitanti hanno sostenuto la battaglia di Heine. Nonostante tutto dal comune si dicono ancora fortemente preoccupati, in quanto si teme che anche altre persone possano imitare Heine costruendo varie opere d’arte sui tetti delle loro case, magari non squali ma altra roba. La paura, secondo alcuni, è però esagerata.

Macdonald ha dichiarato che in questi anni non vi è stato nessun tentativo di emulazione, per cui, nonostante lo scetticismo che ancora si respira in certi ambienti del comune, l’urbanista si augura che l’opera possa rimanere sul tetto della casa del giornalista. Lo squalo, con la sua coda altissima, domina tutta la zona.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Una storia davvero curiosa quella che arriva dall'Inghilterra, dove questo giornalista ha deciso di costruire uno squalo in fibra di vetro sulla sua abitazione, disegnandolo come se si fosse schiantato dal cielo sulla casa. L'amministrazione comunale è ancora scettica, ma l'urbanista Macdonald si dice assolutamente favorevole affinchè l'opera sia tenuta lì. Ormai è diventata un'attrazione.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!