Iscriviti

Inghilterra: droga e sesso nel sottomarino nucleare, il responsabile dei missili trovato ubriaco

Un nuovo scandalo sta venendo fuori nel Regno Unito dove i membri di un equipaggio di un sommergibile sono stati trovati in uno stato alquanto indecoroso dal momento che hanno deciso di darsi a sesso, droga e alcool. Ecco i fatti narrati e cosa succederà.

Esteri
Pubblicato il 22 ottobre 2020, alle ore 11:20

Mi piace
4
0
Inghilterra: droga e sesso nel sottomarino nucleare, il responsabile dei missili trovato ubriaco

Un nuovo scandalo sta sconvolgendo la Gran Bretagna che riguarda alcuni dei membri del sommergibile HMS Vigilant che, dopo aver ormeggiato per la manutenzione presso la base militare della Georgia, avrebbero deciso di darsi alla pazza gioia frequentando bar e night club con conseguenze davvero terribili. In base a quanto si racconta, il comandante che è responsabile del sottomarino e dell’intero equipaggio, è giunto alla base completamente ubriaco.

In questo momento è in corso una inchiesta per cercare di capire come sia stato possibile. Secondo le fonti che sono state raccolte, i membri dell’equipaggio si sono lasciati andare ad un festino di droga, alcool e sesso. Uno scandalo che nel Regno Unito è già reso noto con “HMS sex and cocaine” a raccontare i gravi danni che questo fatto ha scatenato in tutta la nazione.

Un sommergibile che si stima abbia un valore di 3 miliardi e mezzo di sterline e di una grande portata, in quanto a bordo vi erano dei missili nucleari considerati molto più potenti di quelli usati durante la Seconda Guerra Mondiale, che possono causare danni seri simili o addirittura superiori a quanto accaduto con la bomba di Hiroshima, in Giappone.

I militari, inoltre, hanno disubbidito ai vari veti e al regolamento, proprio per recarsi nei pub della zona per trastullarsi e ubriacarsi tornando poi alla base in uno stato che dire pietoso è poco. Lo stesso capitano dell’equipaggio, Len Iouw, una volta giunto alla base, si è presentato al resto dei compagni in condizioni pessime al punto da non essere in grado di reggersi in piedi.

In seguito a quanto accaduto, è stata aperta un’inchiesta da parte della Royal Navy, la cui portavoce si è espressa con queste laconiche parole: “Laddove la condotta di un individuo non sia all’altezza degli standard elevati che ci aspettiamo, non esiteremo a prendere le misure appropriate”.

Secondo le fonti fornite dal “Mirror”, oltre ai vari trastullamenti, ben 35 membri dell’equipaggio sono risultati positivi al Covid, contagio che sicuramente è avvenuto nei vari locali dove sono andati a divertirsi. Sembra che non sia la prima volta che questo sommergibile sia fonte di scandalo; già nel 2017 si è reso protagonista, con ben 9 membri che sono risultati positivi al test sulla droga. In seguito a quell’episodio, gli ufficiali sono stati rimossi e l’intero equipaggio espulso dalla Marina.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Simona Bernini

Simona Bernini - Una situazione disastrosa che non rende onore alla Royal Navy, al Regno Unito e al resto dell'equipaggio, soprattutto al comandante stesso che dovrebbe impartire l'ordine e le regole, ma si ritrova invischiato in una situazione vergognosa e disonorevole. Sinceramente spero che un atteggiamento del genere sia sanzionato proprio come accaduto nel 2017. Non ci si può comportare in questo modo e non avere rispetto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!