Iscriviti

India, uomo rifiutato da una donna si vendica uccidendo e scuoiando la figlia

Il fatto è successo nello stato del Maharashtra, a Khopoli. La donna aveva osato rimproverarlo in pubblico, e l'omicida per l'affronto ricevuto si è vendicato sulla figlia.

Esteri
Pubblicato il 20 febbraio 2019, alle ore 15:26

Mi piace
7
0
India, uomo rifiutato da una donna si vendica uccidendo e scuoiando la figlia

Un fatto terribile si è consumato in questi giorni in India, più precisamente nello stato del Maharashtra, nella città di Khopoli. Secondo quanto riportato, un uomo di 27 anni, dopo essere stato rifiutato da una donna ha ucciso e poi tentato di scuoiare la figlia di appena quattro anni.

Si pensa che il rifiuto della donna sia stato interpretato dall’uomo come un grave affronto, tanto da volersi vendicare. Secondo una prima ricostruzione fatta dagli inquirenti, il giovane ha rapito la piccola ed ha cercato di abusare di lei. Ora l’assassino è in stato di arresto e rischia l’ergastolo.

L’omicidio

Da una prima ricostruzione dei fatti riportati dalla stampa locale, il giovane dopo aver rapito la figlia della donna avrebbe anche cercato di abusare della piccola, prima di ucciderla. Inoltre, pare che in preda alla furia omicida ha successivamente cercato di scuoiare il piccolo corpo della bambina al fine di renderlo irriconoscibile per poi lasciarlo a terra, a circa 300 metri dall’abitazione.

A scoprire il corpicino senza vita della bambina è stata proprio la madre che, con un’amica la cercavano disperatamente. Sul luogo del delitto, sono intervenuti immediatamente i primi soccorsi e la Polizia, che hanno potuto constatare il decesso e procedere con le prime indagini.

Il quotidiano indiano Times of India, che ha divulgato la notizia, citando le fonti locali, ha aggiunto che la madre, in seguito a problemi di udito, aveva già intimato all’uomo di stare lontano da casa sua, altrimenti avrebbe avvisato il marito.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Paola Assandri

Paola Assandri - La cronaca purtroppo è piena di queste vicende, di questi casi di violenza ai danni del mondo femminile. Se è già grave per una donna subire violenza, lo è ancora di più pensare di aver causato la morte di un figlio. Fatti come questi lasciano tanto rammarico e un sacco di domande.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!