Iscriviti

India, lamenta forti dolori allo stomaco: nella pancia ritrovati 1.5 chili di cianfrusaglie

Notizia choc accaduta in India, dove una donna è stata portata in ospedale per un controllo e, lamentando forti dolori, è stato trovato nel suo stomaco un chilo e mezzo di cianfrusaglie metalliche.

Esteri
Pubblicato il 15 novembre 2018, alle ore 14:00

Mi piace
3
0
India, lamenta forti dolori allo stomaco: nella pancia ritrovati 1.5 chili di cianfrusaglie

Accade in India la notizia choc che campeggia sulle prime pagine di molti giornali della zona. Una donna, trovata per puro caso mentre vagava per le strade del suo paese, è stata condotta in ospedale per alcuni controlli che accertassero la sua salute fisica, ed è stato proprio qui che Sangita ha iniziato a lamentare dei forti dolori allo stomaco. I medici ci hanno messo davvero poco tempo a scoprire le cause dei suoi patemi.

Prima ancora di operare con urgenza la paziente 40enne, i medici avevano capito la gravità della situazione, ma solo quando si sono trovati di fronte al chilo e mezzo di cianfrusaglie mangiate hanno compreso il disturbo della donna. Nel suo stomaco erano contenuti metalli di ogni genere: collane, bracciali, spille, e molti altri oggetti appuntiti.

L’acuphagia e il salvataggio in extremis

Ci sono volute almeno due ore per rimuovere tutti gli oggetti inghiottiti dalla donna nel corso del tempo. È stato il Dottor Nitin Parmar ad intervenire sulla 40enne, raccontando degli innumerevoli oggetti trovati all’interno del suo stomaco. Chiodi, dadi, bulloni di ferro, spille da balia, perni a U, forcine per capelli, bracciali, catene, anelli di rame e braccialetti, avevano ormai danneggiato i polmoni di Sangita e parte della pancia.

Il dottore che ha salvato la vita alla donna, ha poi spiegato che non si tratta di un avvenimento così insolito. Sangita, probabilmente, soffre di acuphagia, un disturbo che porta le persone che ne soffrono a mangiare oggetti metallici affilati. Non si conoscono ancora le cause che provocano questa malattia, ma la 40enne non è l’unica ad esserne affetta.

Da quanto detto dal Dottor Nitin Parmar, la donna si trova ora in condizioni stabili, dopo aver affrontato l’intervento concluso con ottimi risultati. Ora è fuori pericolo, e si attende che recuperi la salute nel modo più veloce e migliore.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Queste storie ci fanno capire quante malattie sono ancora a noi sconosciute. Questo disturbo può davvero portare alla morte di molti malati, se non di tutti coloro che ne soffrono. Anche Sangita avrebbe fatto questa triste fine, probabilmente a seguito di lancinanti dolori allo stomaco. Si può considerare un miracolo quanto accaduto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!