Iscriviti

India: 4 uomini, tra cui un prete, incriminati per lo stupro e omicidio di una bambina di 9 anni

Quattro uomini, tra cui un prete Indù, sono stati incriminati per lo stupro e omicidio di una bambina di 9 anni avvenuto ad inizio agosto. Dopo la violenza e l'assassinio, il gruppo ha bruciato il corpo della vittima in un forno crematorio davanti alla madre.

Esteri
Pubblicato il 1 settembre 2021, alle ore 11:10

Mi piace
4
0
India: 4 uomini, tra cui un prete, incriminati per lo stupro e omicidio di una bambina di 9 anni

Continuano le proteste in India in seguito allo stupro ed omicidio di una bambina di soli 9 anni per il quale sono appena stati formalmente incriminati quattro uomini. I fautori della violenza, tra cui un prete Indù, sono stati formalmente incriminati con le accuse di stupro, omicidio e occultamento di prove, oltre ad altri capi d’accusa.

La piccola vittima, il cui nome non è stato diffuso dai media, era stata mandata dalla mamma a prendere dell’acqua da un luogo vicino ad un forno crematorio di New Delhi lo scorso 1 Agosto. Dopo un’ora la bambina non era ancora rientrata a casa, e quindi la madre si è messa alla ricerca della figlia. La donna ha trovato il cadavere della bambina sul pavimento del forno crematorio.

Sul corpo erano presenti evidenti segni di violenza: naso insanguinato, lividi sulle mani e sulle braccia, labbra blu e vestiti bagnati. La madre dela bambina, che era figlia unica, ha raccontato alla BBC di aver trovato il corpo della bambina nel forno crematorio, ma che non ha potuto portarlo via.

A lei si sono avvicinati tre dei sospettati, tra cui il prete Indù, che hanno chiuso i cancelli per impedirle di andarsene. I tre le hanno detto di non chiamare la polizia, dicendo che gli agenti avrebbero “rubato gli organi per venderli” durante l’autopsia. Presumibilmente per nascondere le prove della violenza, i tre uomini hanno quindi dato fuoco al corpo della bambina.

Il padre della piccola e circa 150 membri del villaggio sono intervenuti per spegnere la pira infuocata, ma sono riusciti solo a salvare le gambe della bambina, con il risultato che sarà forse impossibile dimostrare che sia avvenuto lo stupro. I quattro sospettati sono stati arrestati il 2 agosto e, se condannati, rischieranno fino alla pena di morte.

Nel frattempo il brutale stupro ed omicidio della bambina, che era della classe Dalit un tempo conosciuta come “intoccabile”, ha provocato quattro giorno di proteste in India, dove la violenza contro le donne è all’ordine del giorno ed in media una donna o bambina viene stuprata ogni 15 minuti.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Anna Santini

Anna Santini - Non riesco a trovare le parole per esprimere lo sdegno di fronte a notizie di questo genere. Purtroppo tanta gente ancora sminuisce la violenza fisica e psicologica che le donne si trovano a dover affrontare solo per il fatto di esistere. Tante persone vedono ancora la femmina come un oggetto da usare la cui vita non conta niente. Spero che questi quattro individui vengano arsi vivi, sarebbe una pena adeguata.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!