Iscriviti

In Europa arriva la farina di grillo in vendita nei supermercati

Attacco alla dieta mediterranea: la farina di grillo in commercio dal 24 gennaio nei supermercati in Europa e quella di larva sarà commercializzata su larga scala.

Esteri
Pubblicato il 24 gennaio 2023, alle ore 20:04

Mi piace
0
0
In Europa arriva la farina di grillo in vendita nei supermercati

Ascolta questo articolo

Acheta domesticus“, è questo il nome del simpatico grillo che presto troveremo sulle nostre tavole, basta con la solita pastasciutta, i salumi e i formaggi; da oggi gli insetti sono il futuro, è entrata in commercio in Europa infatti la farina di grillo in vendita nei supermercati, e per chi rimane inorridito è chiaro che non sa che in Indonesia è all’ordine del giorno.

Per non parlare delle larve di verme della farina minore, “Alphitobius diaperinus“, che troveremo presto nel banco frigo, c’è a chi piace l’esotico, ma per l’italiano classico abituato a una bella carbonara sarà molto difficile fargli cambiare abitudine, eppure da Bruxelles arriva il provvedimento, secondo Coldiretti il 54% degli italiani è fortemente scettico al riguardo se non disgustato, eppure è realtà.

Ma l’Ue secondo la sostenibilità ambientale va dritto per la sua strada mentre c’è preoccupazione per la filiera agroalimentare italiana. I produttori italiani hanno standard di qualità elevati a differenza dell’Ue, e si teme non vengano rispettati, preoccupazione anche da parte della politica che commenta: “è un vero e proprio affronto alla dieta mediterranea che viene messa in discussione, in Italia c’è un importante turismo enogastronomico ed anche l’export è fondamentale, faremo di tutto per contrastarlo”.

“Difenderemo a tutti i costi le nostre tradizioni alimentari – continuano le istituzioni – le eccellenze del Made in Italy non subiranno variazioni alimentari, siamo fortemente motivati a contrastare questo fenomento dilagante”; tutto questo a pochi giorni in cui Roma è stata definita da Tripadvisor la città in cui si mangia meglio.

Gli italiani sono abituati a cibi asiatici come cinese e giapponese, molto apprezzabili, e dalla novità del pokè hawaiano molto gustoso, ma sinceramente non sono ancora pronti per accettare di mettere insetti a tavola; per chi volesse apprezzarli può andare a Bangkok tranquillamente in India o in Corea, l’Italia non si tocca.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Martina Capit

Martina Capit - Non ci voglio nemmeno pensare, io difendo il made in Italy a spada tratta, soprattutto quando si tratta di mangiare, non accetto un fatto del genere, è un vero e proprio attacco alla nostra cultura gastronomica, spero prendano provvedimenti purchè non arrivi da noi, anche se ormai dobbiamo aspettarci di tutto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!