Iscriviti

In Australia è già 2021, il comune di Sydney ai cittadini: "Restate a casa".

Anche in Nuova Zelanda è già scattato il nuovo anno, e si sono svolti spettacoli all'aperto ed eventi dal vivo. Nel mondo però molti paesi sono in lockdown a causa della pandemia da Sars-CoV-2.

Esteri
Pubblicato il 31 dicembre 2020, alle ore 14:35

Mi piace
0
0
In Australia è già 2021, il comune di Sydney ai cittadini: "Restate a casa".

In alcune parti del mondo il nuovo anno, il 2021, è già arrivato. Quello che ci si lascia alle spalle è un anno davvero funesto, in cui il mondo intero ha dovuto fare i conti con la pandemia provocata dal coronavirus Sars-CoV-2. La prima città al mondo a salutare il nuovo anno è stata Auckland, la capitale della Nuova Zelanda, dove dalla sommità della Sky Tower, l’edificio più alto della città, sono stati esplosi i soliti fuochi d’artificio.

Nella capitale neozelandese, e in varie parti del Paese, ci sono stati eventi dal vivo e spettacoli all’aperto, tutto nel rigoroso rispetto delle normative anti Covid. La Nuova Zelanda, infatti, è uno dei pochi paese che è riuscito a fermare definitivamente la circolazione del Covid nel suo territorio nazionale. 

Situazione diversa in Australia, dove a Sydney le autorità hanno chiesto alla popolazione di restare a casa il più possibile, e di vedere i fuochi d’artificio in televisione. Il Paese dell’Oceania si sta riprendendo da un nuovo lockdown durato diversi mesi, cosa che si è rivelata efficace, in quanto attualmente in Australia si registrano una decina di casi al giorno di infezione da Sars-CoV-2. Ma le autorità invitano i cittadini a non abbassare la guardia. 

I fuochi dall’Harbour Bridge

A Sydney lo spettacolo pirotecnico è andato in scena come solitamente accade sull’Harbour Bridge, il ponte sospeso famoso in tutto il mondo che oltrepassa la baia della città australiana con una spettacolare vista sulla zona dell’Opera House. In tutto il Paese le autorità hanno chiuso strade e piazze dove era possibile che si creassero assembramenti. Situazione identica nella capitale, Canberra e a nord dell’Australia, nelle zone di Brisbane e della Gold Coast. Le forze dell’ordine hanno vigilato per fare in modo che le regole anti pandemia venissero rispettate da tutti.

Anche se in Oceania diverse restrizioni sono cadute a causa della diminuzione dei contagi da Sars-CoV-2, le autorità hanno invitato le persone a tenere comportamenti idonei alla situazione globale, in quanto una recrudescenza dei casi è possibile. Tra l’altro in questo periodo in Australia, e quindi anche in Nuova Zelanda, è piena estate, per cui la gente si riunisce anche all’aperto e in spiaggia, altro luogo sensibile monitorato dalle autorità.

Sarà un Capodanno diverso in tutto il mondo, a breve anche l’Italia, alla mezzanotte di oggi 31 dicembre, potrà salutare il nuovo anno. Ma non ci saranno feste e party di qualsiasi genere. Tutti dovranno rimanere a casa, in quanto vige il lockdown totale e il coprifuoco dalle 22:00 alle 7:00 del mattino. Anche in città come Parigi e Londra la situazione sarà identica a quella nostrana. Forse, le prossime festività natalizie, saranno migliori.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Un Capodanno davvero strano in tutto il mondo, che dovrà essere festeggiato con sobrietà. Niente feste clandestine o cenoni allargati. Dobbiamo avere rispetto per tutta quella gente che lavora e che soprattutto ha perso la vita durante questa pandemia. Non può essere un Capodanno come gli altri. Il prossimo anno, ma forse già le prossime festività pasquali, saranno migliori di queste.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!