Iscriviti

Ikea apre le porte a 200 automobilisti bloccati per un incidente tra due tir

Duecento automobilisti bloccati dalle 15.00 alle 6.00 del mattino sulla M25 sono stati ospitati nel grande magazzino Ikea dell'Essex che ha messo a disposizione i letti del negozio

Esteri
Pubblicato il 31 agosto 2018, alle ore 18:27

Mi piace
7
0
Ikea apre le porte a 200 automobilisti bloccati per un incidente tra due tir

Un terribile incidente sull’autostrada britannica M25 avrebbe bloccato nelle proprie automobili, per tutta la notte, centinaia di automobilisti se i responsabili Ikea della zona non avesse deciso di mettere a disposizione i letti presenti nel negozio Thurrock, nell’Essex, una contea dell’Inghilterra orientale. A raccontare la buona azione Ikea è stato il quotidiano britannico ‘Mail online‘.

Un gesto davvero generoso e sorprendente quello della multinazionale svedese che non ha esitato ad aprire le porte ai 200 viaggiatori bloccati sulla M25 corridor. Forse ormai convinti di dover passare la notte in auto, i beneficiari di tante attenzioni non hanno esitato a raccontare sui social quanto stava loro succedendo, divulgando in fretta la notizia dell’incidente e dell’accoglienza Ikea: “Finalmente abbiamo una stanza“, ha scritto una persona postando anche la propria foto in un letto della famosa azienda svedese.

Tra le persone bloccate a causa dell’incidente tra i due tir c’era anche la campionessa olimpionica Dame Kelly Holmes. Nella lunga fila di auto bloccate c’erano anche la moglie e la figlia di Fergal Parkinson, l’ex corrispondente della Bbc, che vista la disponbilità del grande negozio – magazzino ha prontamente ringraziato con un tweet i responsabili:  “Grazie a Ikea per aver lasciato le persone, tra cui mia moglie e mia figlia, dormire nei vostri letti dopo l’incidente sulla M25“. 

Nell’incidente, avvenuto qualche giorno fa poco prima delle 15.00, sarebbero rimasti coinvolti due mezzi pesanti, dallo scontro nessuno è rimasto ferito, ma la Motorway M25, chiamata anche London orbital, è rimasta bloccata fino alle prime ore del giorno successivo. Solo alle 5.45, dopo il lavoro intenso delle forze dell’ordine, il traffico ha cominciato a scorrere fino alla normalità.

Al quotidiano britannico ‘Daily Mail‘, un portavoce dell’Ikea ha dichiarato: “A seguito dell’incidente abbiamo pensato che qualcuno avrebbe preferito passare la notte nel nostro negozio che in macchina per strada“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Ancora una buona azione raccontata dal e nel web. A dire il vero, secondo me, le buone azioni non mancano, manca chi le racconti e le documenti. Se tutti raccogliessimo anche le più piccole gocce di bontà di cui siamo testimoni, forse ci troveremo a navigare in un mare di bontà.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!