Iscriviti

Honduras, un italiano linciato da 600 persone in casa sua: lo accusavano di aver ucciso il vicino

Una terribile tragedia si è verificata in Honduras, precisamente in un villaggio a circa 80 km a sud di Tegucigalpa. La folla è entrata in casa del nostro concittadino armata di bastoni, machete e pietre. Dopo averlo ucciso ha dato fuoco all'immobile. Credevano che avesse ucciso il suo vicino.

Esteri
Pubblicato il 9 luglio 2021, alle ore 14:14

Mi piace
0
0
Honduras, un italiano linciato da 600 persone in casa sua: lo accusavano di aver ucciso il vicino

Un’assurda tragedia si è verificata nelle scorse ore in Honduras, dove l’italiano Giorgio Scanu è stato linciato da una folla di circa 600 persone, che armata di pietre, bastoni e machete ha fatto irruzione nel suo appartamento situato in un villaggio a sud di Tegucigalpa. Secondo quanto riferiscono i media internazionali, pare che il nostro concittadino fosse accusato dai residenti del posto di aver ucciso il suo vicino di casa, il 74enne Juan de Dios Flores. Tali accuse sono ancora tutte da verificare. La polizia ha tentato di fermare la folla, che però, a detta degli inquirenti, si sarebbe macchiata di numerosi atti illegali, come appunto quello di essere entrati in casa di Scanu.

Gli agenti hanno fatto di tutto per poter evitare il dramma, ma le persone erano davvero inferocite. Quando sono entrate, i più hanno cominciato a colpire brutalmente il malcapitato. Per lui, purtroppo, non vi è stato nulla da fare. Erano infatti troppo gravi le ferite e le lesioni riportate durante la colluttazione. La folla, in preda ad una furie cieca e ingiustificata, ha poi dato fuoco all’abitazione di Scanu. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco per spegnere le fiamme. 

Indagini in corso

Al momento le autorità locali hanno aperto un’indagine per cercare di individuare i responsabili del crimine commesso contro il cittadino italiano. Le forze dell’ordine precisano che non vi è stato verso di fermare le centinaia di persone che si erano assiepate davanti la casa della vittima. 

La polizia ha precisato che la folla è intervenuta con il chiaro intento di uccidere l’uomo. Sul delitto del 74enne stanno indagando le forze dell’ordine, e non si sa ancora con precisione se ad ucciderlo sia stato proprio il cittadino italiano vittima del linciaggio. A nulla sono serviti i tentativi di mediazione da parte degli agenti. 

La notizia è stata ripresa dal quotidiano LaPrensa e dai maggiori media nazionali italiani. Il fatto ha sconvolto anche i famigliari di Scanu, adesso distrutti dal dolore. Nelle prossime ore si potranno conoscere sicuramente ulteriori dettagli su quanto avvenuto in Honduras. Una vicenda davvero sconvolgente. 

 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Un assurdo episodio quello che si è verificato in Honduras. Queste notizie ci fanno capire di come la gente sia pronta a tutto pur di vendicarsi di presunti torti o soprusi subiti. Non si sa se l'italiano abbia a che fare con la morte del vicino 74enne, ma sicuramente questo non è il modo giusto per reagire. C'è la giustizia che è pronta a far pagare il conto ai responsabili dei crimini che vengono commessi nel mondo. La violenza fai da te non serve a nulla.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!