Iscriviti

Harry e Meghan, foto rubate del figlio Archie: denunciati i paparazzi

Il principe Harry e la moglie Meghan Markle hanno perso la pazienza e hanno denunciato alcuni paparazzi, rei di aver rubato immagini del loro figlio Archie: ecco i fatti.

Esteri
Pubblicato il 24 luglio 2020, alle ore 10:37

Mi piace
2
0
Harry e Meghan, foto rubate del figlio Archie: denunciati i paparazzi

Il principe Harry e Meghan Markle non hanno perso tempo e hanno denunciato i paparazzi che, con un drone sulla loro abitazione di Los Angeles, hanno scattato foto al loro figlio, il piccolo Archie, mentre giocava tranquillo nel giardino di casa. Un fatto gravissimo che ha urtato molto i reali inglesi, tanto da spingerli a procedere per vie legali, a riportare la notizia è Skynews.

Ricordiamo che Harry e Meghan ai tempi del loro trasferimento in Canada, qualche mese fa, hanno dovuto fare i conti con una situazione alquanto imbarazzante e fastidiosa che ha messo in pericolo la loro privacy: il Daily Mail aveva pubblicato l’indirizzo della loro abitazione e sempre il solito giornale britannico ha reso pubblico anche quello della residenza californiana.

Meghan e Harry perdono la pazienza e denunciano i paparazzi

Una volta deciso di procedere con la denuncia Harry e Meghan hanno tenuto a sottolineare il fatto di non pretendere assolutamente un trattamento particolare e di accettare di essere fotografati in pubblico. Le cose, però, ultimamente sembrano essere degenerate e la loro abitazione è stata assalita da elicotteri e droni: “fino a sei metri d’altezza e anche tre volte al giorno, dalle 5.30 del mattino fino a sera“, come loro stessi dichiarano.

Non è tutto, alcuni fotografi si sono nascosti nelle siepi che circondano la casa, lungo la recinzione per cercare di catturare alcune immagini inedite. Una vera e propria incursione nella loro vita privata che non è stata di certo gradita dai diretti interessati. Soprattutto le foto del loro bimbo, il piccolo Archie.

Questa ennesima incursione con un drone è stata definita “inaccettabile per qualsiasi genitore“. L’autore di questi scatti rubati, poi, ha cercato di venderli facendoli passare come foto scattate ad un evento pubblico a Malibu, ma Harry e Meghan non hanno mai preso parte a nessun evento con il loro piccolo da quanto sono arrivati negli USA: “Le foto in questione non sono di interesse pubblico”, è scritto nella denuncia, “sono soltanto una forma di molestia“, così come riportato dall’Ansa.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Cristina Giuli

Cristina Giuli - Un fatto gravissimo, reso ancora più grave dal fatto che è stata violata non solo la privacy dei reali inglese, ma quella del loro piccolino in un momento felice e spensierato a casa sua. Insomma alcune volte bisognerebbe anche capire quando arriva il momento di fermarsi davanti alla privacy dei bimbi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!