Iscriviti

Germania, modella sbranata da un leopardo

La modella Jessica Leidolph di 36 anni, durante un servizio fotografico, è stata sbranata da un leopardo all'interno del recinto nell'est della Germania.

Esteri
Pubblicato il 26 agosto 2021, alle ore 12:50

Mi piace
8
0
Germania, modella sbranata da un leopardo

La modella Jessica Leidolph di 36 anni durante un servizio fotografico, di cui non si conosce ancora l’organizzazione, è stata sbranata da un leopardo all’interno del recinto nell’est della Germania, “morsa continuamente sulla guancia, sull’orecchio e e ancora sulla testa”, secondo il tabloid tedesco Bild.

La donna è stata attaccata dall’animale martedì 24 agosto, secondo la notizia diffusa dalla BBC, ed è stata trasportata in ospedale dove versa in condizioni gravissime. L’aggressione è accaduta a Nebra, nella Sassonia-Anhalt, in un centro privato per animali ormai in pensione, già ampiamente utilizzati in produzioni cinematografiche, film per la TV e spot pubblicitari da Game of Thrones alla BMW.

Nel recinto incriminato c’erano i due felini, Troy e Paris, già impiegati in passato per uno spot pubblicitario di tv al plasma. La proprietaria della struttura che ospita gli animali da esposizione non ha inteso riasciare nessuna dichiarazione, e il gruppo Peta che si occupa della difesa dei diritti degli animali, ha richiesto che i leopardi siano accolti da centri di soccorso riconosciuti dallo Stato, dove non potranno più essere sfruttati a scopi commerciali.

La polizia del Burgenland ha dichiarato: “Stiamo indagando, l’accusa potrebbe essere quella di lesioni personali”, hanno riferito gli agenti, smentendo la notizia diffusa, in un primo momento, secondo la quale il feroce animale fosse fuggito, accertando che non sussiste alcun pericolo per la popolazione”.

Questo terribile episodio di cronaca ha fatto riaffiorare alla mente l’episodio in cui il domatore Maxim Orlov è stato assalito dalla leonessa Vega durante uno spettacolo circense, nella regione russa di Novosibirsk, affondando i suo denti sulla gamba dell’uomo che si era lanciato verso di lei con un bastone per richiamarla all’ordine, mentre lottava con un altro felino. Tra i membri del pubblico inorridito c’era anche una donna incinta, colta da un attacco epilettico durante lo show cruento e sanguinario.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Rossana Lucente

Rossana Lucente - Penso che non sia giusto prelevare gli animali selvatici dal loro habitat naturale e offrirli in pasto al pubblico come spettacolo, costringendoli ad eseguire passi, corse e danze. Pur essendo esemplari affascinanti non si dovrebbe ammaestrarli per compiacere le persone, forse disinformate sui maltrattamenti subiti dagli animali esotici che a volte trovano la forza primordiale di ribellarsi colpendo l'uomo, artefice di tutti i mali.

Lascia un tuo commento
Commenti
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

26 agosto 2021 - 13:20:26

Il fatto è che lo zoo, quando venne concepito in un passato piuttosto lontano, aveva la funzione educatrice del far conoscere alle persone la fauna di posti lontani che mai avrebbero forse potuto visitare in vita loro. Oggi giorno, con i viaggi virtuali e tutto quel che si trova in internet, ciò è effettivamente poco utile.

0
Rispondi
Fabrizio Ferrara
Rossana Lucente

26 agosto 2021 - 14:55:52

E che dire del combattimento tra galli o tra cani, legale in alcuni Paesi... così come la corsa dei tori e la corrida?Ci siamo evoluti solo con la tecnica e la scienza...umanamente siamo rimasti ai tempi del Colosseo!

0