Iscriviti

Germania, famiglia non paga le tasse. L’amministrazione prima pignora il cane, poi lo vende su ebay

Un carlino di razza è stato venduto su e-bay per recuperare un debito che una famiglia di Ahlen, Germania, aveva con l'amministrazione comunale. La nuova proprietaria ha fatto ricorso al Comune a seguito di spese che ha dovuto sostenere,

Esteri
Pubblicato il 2 marzo 2019, alle ore 21:29

Mi piace
6
0
Germania, famiglia non paga le tasse. L’amministrazione prima pignora il cane, poi lo vende su ebay

Il caso di Edda, un carlino con pedigree, sta facendo il giro del mondo. La padrona del cane non è riuscita a pagare i debiti che aveva con l’amministrazione comunale. Le autorità, per recuperare la somma dovuta, ha prima pignorato il cane e poi lo ha messo in vendita su e-bay.

Per la procedura con cui si è svolta la vicenda e la vendita, oltre a ulteriori sorprese, la nuova proprietaria ha fatto ricorso e chiesto un risarcimento al Comune.

Il ricorso 

Il fatto è accaduto nella città tedesca di Ahlen, nella Renania Settentrionale, Westphalia. L’ex famiglia del cane a causa di spese mediche non ha potuto pagare le tasse all’amministrazione comunale. Per questo motivo, le autorità hanno deciso di pignorare quello che hanno considerato il bene più prezioso in possesso della famiglia.

Inizialmente, la polizia aveva pensato di sequestrare una sedia a rotelle che appartiene al marito disabile ma poi, visto il carlino, Edda il Pug, ha sequestrato il cane di razza. Il pedigree di questo cane, infatti, è molto pregiato. Per giustificare questa scelta, un portavoce della città, Frank Merschhaus, ha dichiarato che non si possono sequestrare i mezzi necessari per garantire la mobilità di un disabile a differenza di un animale domestico. Il carlino, quindi, dopo il pignoramento è stato venduto su ebay al prezzo di 750 euro. A comprare Edda è stata Michaela Jordan, una poliziotta.

Adesso si sta indagando sulla procedura con la quale si è svolta la vendita del carlino. In primo luogo, l’annuncio non è stato pubblicato da un account ufficiale del Comune ma da un account privato di un dipendente del comune stesso; inoltre, Michaela Jordan, dopo l’acquisto, ha scoperto che il cane aveva bisogno di cure mediche che ha dovuto sostenere di tasca sua. Per questo motivo, la nuova proprietaria ha chiesto al Comune un risarcimento di 1800 euro.
Inoltre, i vecchi proprietari, che hanno 3 figli, si sono sentiti privati di un membro della loro famiglia, ne sentono la mancanza e stanno soffrendo per la perdita della loro amata Edda. Confidano, comunque, che Edda è in buone mani.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Giovanna Barone

Giovanna Barone - Credo che pignorare e vendere un cane che appartiene ad una famiglia per recuperare un debito sia davvero crudele. Come si può privare una famiglia del proprio cane, ormai parte integrante della stessa? A volte mi chiedo cosa l'uomo sia disposto a fare per il denaro.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!