Iscriviti

Germania: 19enne uccide un bambino e pubblica il video sul web

Un ragazzo di 19 anni uccide un bambino di 9 anni e pubblica il video su una darknet. L'individuo è considerato molto pericoloso ed è ricercato dalla polizia.

Esteri
Pubblicato il 10 marzo 2017, alle ore 21:17

Mi piace
15
0
Germania: 19enne uccide un bambino e pubblica il video sul web
Pubblicità

In Germania la polizia sta proseguendo la caccia a Marcel Hesse, il diciannovenne che ha ucciso un bambino di 9 anni domenica a Herne, nel Nord Reno Westfalia.

Il ragazzo è ritenuto pericoloso, e gli inquirenti temono che possa colpire ancora. In una chat su Internet, qualcuno che ha affermato di essere Marcel Hesse ha scritto di aver torturato ed ucciso una donna. Una circostanza di cui però, secondo la polizia, non vi è ancora alcuna conferma. In una chat su internet, il ragazzo – che si è dato alla fuga – ha scritto, infatti, di aver “combattuto con una bestia di 120 kg, che ha fatto più resistenza del bambino”.

Al momento, però, non vi sarebbe riscontro del delitto: “Gli indizi provenienti dalla chat di ieri, secondo la quale l’omicida avrebbe preso una donna, l’avrebbe torturata e uccisa non sono stati confermati finora”, ha detto la polizia. Tuttavia il fatto, spiegano anche, “non può essere escluso”.

Un portavoce degli inquirenti ha messo poi in guardia la cittadinanza: “È un soggetto pericoloso, chi dovesse incontrarlo non deve parlargli e prendere iniziative personali, ma chiamare subito la polizia”, ha detto all’emittente televisiva NTV.

Il diciannovenne, che viveva da solo ed era disoccupato, veniva descritto anche da sua sorella come uno psicopatico, scrive oggi Bild. Dopo l’omicidio ha pubblicato su una darknet le foto della sua vittima, scrivendo: “Ho appena ucciso il figlio dei vicini di casa, non mi sento male. La mia mano sanguina un po’”. In una chat con un conoscente ha anche aggiunto: “È stato davvero facile. Da un omicidio ne possono nascere due”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonella Casto

Antonella Casto - Non c'è veramente limite all'indecenza... ormai c'è la necessità di condividere tutto. Cosa gira nella mente - ovviamente malata - di un 19enne che uccide un bambino di 9 anni e che sente la necessità di condividere tutto sui social network? E come mai nessuno si è accorto prima della pericolosità di questo individuo?

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!