Iscriviti

Francia: un bimbo di 5 anni muore mentre è all’asilo

Tragedia in una scuola materna di Nizza: un piccolo di 5 anni ha un malore difronte ai compagni di classe, e muore. Tra le ipotesi l'arresto cardiaco, anche se sarà l'autopsia a chiarirlo.

Esteri
Pubblicato il 24 gennaio 2019, alle ore 01:05

Mi piace
10
0
Francia: un bimbo di 5 anni muore mentre è all’asilo

Malore fatale per un bambino di 5 anni, in una scuola materna francese, a Nizza. Il piccolo è morto in pochi minuti: a interrompere la vita del bambino sembra sia stato un infarto, mentre i suoi compagni di classe assistevano alla drammatica scena.

In attesa dei soccorritori, le maestre hanno cercato di rianimarlo, ma è stato tutto inutile. In pochi minuti l’ambulanza è arrivata alla scuola materna e, con urgenza, ha trasportato l’alunno all’ospedale pediatrico Lenval, a Nizza. Visto il piccolo, i medici del reparto di rianimazione pediatrica e neonatale cui era stato affidato non hanno potuto far nulla, perché il bambino era già morto.

Morto davanti ai compagni

La morte improvvisa di un bambino di 5 anni, mentre è a scuola che gioca e impara con i suoi compagni, ha dell’incredibile, eppure, a quanto scrivono i media, è tutto vero. Tutto dice che a stroncare la vita del piccolo di 5 anni, in pochi minuti, sia stato un arresto cardiaco, ma sarà l’autopsia a chiarire quale sia stato il malore che ha colpito il piccolo scolaro.

Gli altri bambini della scuola materna hanno assistito a quanto è accaduto al compagno, alla richiesta d’aiuto delle maestre, e all’arrivo dei soccorsi sanitari. Scene scioccanti e terribili, destinate a rimanere impresse nella mente dei piccoli per lungo tempo. Per questo motivo, verranno “supportati da una cellula di sostengo piscologico per affrontare il trauma” ,scrive l’edizione online de “Il Giornale”. 

Le autorità scolastiche si sono preoccupate di avvisare subito le famiglie dei compagni di classe del bambino deceduto. I genitori dei piccoli hanno pensato di andare incontro alla famiglia della piccola vittima organizzando una colletta di sostegno. Le autorità sanitarie francesi, con un’inchiesta aperta sul caso, stanno cercando di accertare le cause della morte, ma sarà l’autopsia a dire l’ultima parola su un evento tanto inaspettato e impensabile.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Penso sia drammatica la vicenda di questa famiglia. Non c'è un'età per perdere una persona cara, un amico, un'amica: lo sappiamo e lo abbiamo sperimentato tutti. Quando la vita è all'inizio, quando il corpo, anche se forse solo apparentemente, è sano, perdere una persona cara ha dell'incredibile. Quel che possiamo fare è farci vicini con l'amicizia e, per chi crede, con la preghiera.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!