Iscriviti

Francia: costretta a lasciare la casa di riposo, anziana si suicida per amore

Una donna di 83 anni si è tolta la vita, disperata a causa della separazione dal suo amore conosciuto in una struttura per gli anziani e più giovane di lei di 10 anni.

Esteri
Pubblicato il 19 ottobre 2021, alle ore 11:47

Mi piace
1
0
Francia: costretta a lasciare la casa di riposo, anziana si suicida per amore

Una donna di 83 anni, Anne Durand de Saint-André, è stata ospitata in una casa di riposo di La Rochelle, sulla costa atlantica della Francia. Nell’autunno 2020 ha dovuto lasciare la sua abitazione perché allagata per un guasto alle tubature.

Anne ha dovuto lasciare la struttura di La Rochelle mal sopportando la separazione dal suo Paul, di quasi dieci anni più giovane, anche lui ospite della casa di riposo. Ha fatto un ultimo disperato tentativo di rimanere nella struttura contattando il giornale Sud Ouest ma senza esito. Quindi a luglio Anne si è trasferita in un altro residence per anziani, ma in preda alla disperazione si è tolta la vita utilizzando un sacchetto di plastica; i suoi familiari hanno rinvenuto accanto al corpo decine di lettere in cui racconta l’amore per Paul.

Le sue parole nei confronti dell’amato: “È nato un grande amore. Ci amiamo alla follia. Non sono mai stata così innamorata, è dolce, adorabile. Passiamo ore ad abbracciarci”. Anne Durand de Saint-André era un’ artista e libraia, aveva un carattere molto determinato, teneva tantissimo alla sua indipendenza, poco incline al rispetto degli orari e delle altre regole della vita in comune, aveva avuto difficoltà ad adattarsi alla vita in ospizio fino a quando ha conosciuto Paul. 

Il soggiorno di Anne nella struttura era temporaneo vista la situazione di emergenza e il guasto a casa, ma dopo qualche mese i dirigenti dell’Ehpad le hanno detto di trovare un’altra collocazione. La figlia di Paul aveva ritenuto sconveniente quella relazione, sostenendo che Anne era invadente, possessiva, onnipresente nella vita del padre, tanto che lui stesso aveva chiesto di non vederla più.

Invece i figli di Anne sostengono che Paul non ha mai smesso di amarla ed incolpano gli altri di averlo allontanato da lei. La disperazione di Paul alla notizia della morte di Anne dimostra che anche lui teneva tanto a lei.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Giuseppe Costantino

Giuseppe Costantino - Non bisogna sottovalutare mai i sentimenti, non si può giudicare l'amore altrui in base all'età di chi lo vive. Queste due persone si erano trovate e tra loro era nato l'amore, non è stato corretto dividerli, sarebbe stato giusto fare di tutto per farli stare insieme e non parlo solo dei figli ma anche dei dirigenti delle strutture di accoglienza.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!