Iscriviti

Donna vive con gli organi invertiti per 99 anni

Una donna americana ha vissuto per tutta la vita, lunga quasi un secolo, con la posizione di alcuni organi invertiti senza saperlo. Solo dopo la sua morte gli scienziati si sono accorti di questa sua condizione.

Esteri
Pubblicato il 10 aprile 2019, alle ore 15:40

Mi piace
8
0
Donna vive con gli organi invertiti per 99 anni

Rose Marie Bentley è una signora americana che ha vissuto tutta la vita senza sapere della sua straordinaria condizione. La donna aveva la posizione di alcuni importanti organi interni invertiti rispetto al normale; questa scoperta è avvenuta dopo la sua morte durante l’autopsia.

La signora Rose Marie Bentley, originaria di Waldport un cittadina dell’Oregon, ha svolto la professione di parrucchiera ma avrebbe voluto fare l’infermiera. Ha avuto 5 figli e, durante la sua lunga vita, non ha mai avuto alcun problema di salutese non un costante bruciore di stomaco. La figlia in merito alla vicenda, ha dichiarato che la madre si sarebbe fatta una risata sapendo della sua condizione, e che avrebbe donato il suo corpo alla scienza dopo la sua morte per seguire l’esempio del marito, morto alcuni anni prima.

La scoperta

Gli studenti dell’Oregon Health and Science of University di Portland, durante l’autopsia. non riuscivano a trovare la vena cava che solitamente si trova a destra della spina dorsale. Nella donna, infatti, questa vena si trovava a sinistra. Da questa scoperta, i medici si sono accorti che la donna aveva anche altre anomalie nella disposizione degli organi: un polmone aveva due lobi e non tre e la posizione dello stomaco e del fegato erano invertiti.

La patologia della signora Bentkey si chiama Situs inversu con levocardia e colpisce circa 1 persona su 20 mila ma nel 95% dei casi comporta anche un cardiopatia congenita che fa scendere al 5-15% la possibilità di sopravvivenza oltre i 5 anni di vita. La signora Bentkey è sopravvissuta perché non aveva questi problemi cardiaci. Il situs inversu è invece meno raro in rapporto di 1 su 10 mila individui.

Questa scoperta pur essendo avvenuta a Marzo è stata resa nota in questi giorni in occasione dell’American Association of Anatomist che si è svolto in Florida.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Liliana Morreale

Liliana Morreale - La signora nella sfortuna di avere questa patologia fortunatamente è rientrata nel 5% di casi in cui non vi è anche una cardiopatia congenita è ciò le ha permesso la sopravvivenza ma anzi ha avuto una vita lunga riuscendo a raggiunger quasi il secolo di vita. Il suo non è l'unico caso, qualche tempo fa un uomo con la sua condizione ha raggiunto i 73 anni.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!