Iscriviti

Covid-19, in Alabama un paziente ha avuto una grave reazione allergica al vaccino: scattano i controlli

Lo ha comunicato il Dipartimento di sanità pubblica dello stato federale che si trova negli USA, il paziente ha accusato una anafilassi pochi minuti dopo la somministrazione della dose del vaccino Pfizer-BioNTech. I medici affermano che il paziente sta bene.

Esteri
Pubblicato il 25 dicembre 2020, alle ore 10:59

Mi piace
1
0
Covid-19, in Alabama un paziente ha avuto una grave reazione allergica al vaccino: scattano i controlli

Un’altra grave reazione allergica al vaccino anti Covid Pfizer-BioNTech è stata registrata in Alabama, negli Stati Uniti d’America. Secondo quanto riferisce Wear Tv, che fa parte del network Abc, tale reazione allergica è stata registrata nella giornata di martedì 22 dicembre. Il paziente al quale è stato somministrato il siero si è sentito male pochi minuti dopo l’inoculazione della dose, e secondo quanto riferiscono i medici ha avuto una anafilassi, ovvero una reazione abbastanza importante che appare improvvisamente e che in alcuni casi può portare anche alla morte.

Tale situazione si sarebbe verificata perché il paziente pare avesse avuto già reazioni allergiche ad altri medicinali, ma comunque, essendo consapevole dei rischi che correva, ha desiderato di sottoporsi volontariamente alla somministrazione del vaccino contro il coronavirus Sars-CoV-2. Immediatamente l’ospedale dove è stato somministrato il vaccino ha attivato tutte le procedure di sicurezza, curando il paziente tempestivamente.

Adesso la persona che si è sentita male sta bene

L’episodio è avvenuto presso il Decatur Morgan Hospital. I medici, dopo aver somministrato la cura al paziente, lo hanno tenuto in osservazione, procedura necessaria qiest’ultima a verificare che la persona che riceve il vaccino non si senta male subito dopo la somministrazione del farmaco. Ed è purtroppo quanto accaduto nella giornatà di martedì scorso in Alabama. Il Dipartimento di salute pubblica dello stato federale ha comunque precisato che la precedente anafilassi a farmaci biologici nei pazienti non è una controindicazione per ricevere il vaccino contro il Covid-19.

Le stesse autorità sanitarie, negli scorsi giorni, hanno affermato che chi ha avuto reazioni allergiche gravi ad altri medicinali può anche decidere volontariamente di non sottoporsi alla cura, giustificando tutto con apposita documentazione da rilasciare agli organi competenti. Bisogna comunque precisare che tutti i governi nazionali consigliano alla popolazione di vaccinarsi contro Covid-19, in quanto tale malattia rappresenta un problema di sanità pubblica a livello globale. 

La reazione avversa nel paziente dell’Alabama è stata subito segnalata al produttore, che adesso prenderà nota di quanto accaduto e cercherà di capire le cause che hanno portato al malessere di questa persona. Nel mondo sono state già segnalati diversi casi di reazione allergica al vaccino Pfizer-BioNTech ma mai nessuna di queste ha rappresentato davvero un pericolo mortale per i pazienti, che vengono costantemente monitorati dai medici, i quali intervengono tempestivamente in caso di reazioni allergiche. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Un'altra reazione avversa al vaccino Covid, stavolta in Alabama. Questo però non deve spaventare l'opinione pubblica, in quanto le autorità sanitarie come la Fda e l'Ema hanno affermato che il vaccino è sicuro. Sono comunque rari i casi di persone che fino ad ora si sono sentite male non appena hanno ricevuto la loro dose di vaccino anti Covid, ma bisogna tenere presente che stiamo parlando di farmaci, e come ogni farmaco anche il vaccino contro il coronavirus può avere degli effetti indesiderati sulle persone. Ma ciò non vuol dire che non sia sicuro o che ci sia un pericolo di morte. La vaccinazione di massa al momento resta l'unica strada a sconfiggere la pandemia.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!