Iscriviti

Covid-19, allarme dell’OMS: "Nel 2021 rischio di una nuova ondata nella Ue"

Lo ha riferito l'agenzia Onu nel consueto briefing per monitorare l'andamento della pandemia, a Natale secondo l'organizzazione dovremo portare la mascherina anche in casa. Bisognerà resistere così ancora diversi mesi.

Esteri
Pubblicato il 16 dicembre 2020, alle ore 14:57

Mi piace
0
0
Covid-19, allarme dell’OMS: "Nel 2021 rischio di una nuova ondata nella Ue"

Non sarà il vaccino a portarci fuori dalla pandemia, questo ormai sembra chiaro. E in queste ore l’Organizzazione mondiale della Sanità, diretta da Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha lanciato un nuovo monito alla popolazione europea, affermando che nel 2021 c’è il rischio che si verifichi “una nuova ondata” di contagi. E questa è la preoccupazione maggiore di tutti i governi, incluso quello italiano, che stanno introducendo nuove restrizioni più o meno pesanti per le prossime festività cercando di abbassare il livello della curva epidemica. 

L’Oms raccomanda la gente ad essere prudente e di indossare la mascherina anche quando si è in casa a Natale, specialmente quando ci sono persone non conviventi sotto lo stesso tetto. La seconda ondata continua a spaventare l’Europa che numeri che sono diventati abbastanza alti in Germania, che oggi 16 dicembre ha fatto registrare 952 decessi a causa del Covid nelle ultime 24 ore. Numeri che hanno costretto quindi la cancelliera Angela Merkel ad attuare un nuovo lockdown totale almeno per tutto il periodo natalizio. 

Uscita dalla crisi pandemica forse in estate o in autunno 2021

Jean-François Delfraissy, presidente del Comitato Tecnico Scientifico francese, ha riferito che potremo forse uscire dalla crisi pandemica “nell’estate o nell’autunno del 2021” per cui ci sarà bisogno di continuare a seguire rigide regole anti-contagio almeno per i prossimi 3-6 mesi, ovvero fino a quando i vaccini non cominceranno ad avere un effetto “tampone” sulla pandemia. L’arrivo di medicinali a base di anticorpi monoclonali, infine, potrebbero rappresentare la vera svolta verso la sconfitta del virus. 

Oggi 16 dicembre in Germania scatterà quindi la nuova chisura totale, mentre nel Regno Unito, Londra si prepara ad andare nuovamente in lockdown. Gli Stati Uniti continuano ad essere il Paese del mondo con il più alto tasso di contagi a livello globale e nelle ultime 24 ore si sono contati 2.706 decessi a causa del Covid-19. Il nuovo presidente, Joe Biden, ha riferito a tal proposito che non appena si insedierà alla Casa Bianca renderà obbligatorio l’uso della mascherina su tutto il territorio nazionale. 

In Francia, una delle nazioni più colpite da questa seconda ondata, il Governo ha chiesto ai cittadini di essere molto prudenti durante le festività di Natale e Capodanno, questo perché, rifancendosi proprio alle parole dell’Oms, il rischio di una terza ondata nel nuovo anno non è trascurabile. Delfraissy ha detto che il freddo ha probabilmente favorito la recrudescenza del virus in Europa e nella stessa Francia. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Monito quanto mai utile quello dell'Oms che ci fa capire come la soluzione al problema Covid sia ancora lontana. Per questo si continua a ribadire la necessità di continuare a rispettare le regole anti-contagio emanate dalle autorità sanitarie locali e nazionali. C'è bisogno ancora di molta pazienza, anche se i governi capiscono benissimo la stanchezza della popolazione che si trova ad affrontate costantemente nuove restrizioni per contenere il contagio.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!