Iscriviti

Corsica, il killer di Bastia si è suicidato

L'anziano ha ucciso un uomo e ferito 5 persone tra queste un poliziotto. Dopo ore di trattative con le forze dell'ordine si è suicidato. Il ministro dell'Interno francese ha annunciato questa notte la fine dell'incubo.

Esteri
Pubblicato il 31 gennaio 2019, alle ore 09:11

Mi piace
10
0
Corsica, il killer di Bastia si è suicidato

Ha posto fine alla sua vita, l’uomo che improvvisamente e senza alcun motivo aveva aperto il fuoco sui passanti ieri pomeriggio, 30 gennaio 2019, a Bastia, in Corsica. Una persona è morta e altre 5 sono rimaste ferite. Dopo questo gesto folle l’uomo si è chiuso nel proprio appartamento.

A riferire l’accaduto sono stati i media francesi, in particolare ne parla il sito ‘BfmTv’ citando fonti sicure come quelle della polizia. Fin da subito è stata esclusa la pista terroristica, difficile capire l’origine del folle gesto. Pare che l’uomo avesse litigato con i vicini.

Il fatto

La sparatoria è iniziata verso le 16.30 di ieri pomeriggio nel quartiere di Montesoro, a Bastia, in Corsica, forse in seguito a una lite tra vicini. Un uomo di 65 anni “aveva aperto il fuoco sui passanti, sparando con un fucile da caccia dalla finestra della cantina. Poi, armato del suo fucile e di un taglierino, si era barricato in un appartamento” si legge sul sito rainews.it. Gli abitanti del palazzo hanno prontamente chiamato la polizia, ma l’uomo non si è arreso. Ha colpito 6 persone, tre donne e tre uomini, tra questi un poliziotto. Uno di loro è morto; si tratta di un 50enne, il portiere del palazzo. 

La polizia e i reparti speciali sono subito intervenuti per cercare di fermare l’uomo, che, da quanto si è appreso è stato immediatamente condannato per omicidio. Decine di gendarmi hanno cercato di blindare la zona in modo da evitare che curiosi e videoamatori si mettessero in pericolo. I tentativi di negoziazione delle forze dell’ordine con l’omicida sono andati avanti per ore, l’uomo però, poco prima della mezzanotte, si è sparato.

Ad annunciare che l’incubo nel quartiere di Montesoro, a Bastia, era terminato con il suicidio dell’anziano squilibrato, è stato fatto nella notte da Christophe Castaner, ministro dell’Interno francese, durante un intervento all’Assemblea Nazionale. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Penso che litigare possa anche far bene quando questo meccanismo chiarisce un rapporto e rafforza un'amicizia, soprattutto, o forse solo se le persone con cui si litiga sono sane. Suggerirei di non litigare con chi vuol avere sempre ragione dando segni di squilibrio, tanto non se ne va fuori. Meglio mollare. Penso anche che per i servizi sociali, per chi conosceva la sofferenza di quest'uomo il suo gesto resterà nella mente con un punto interrogativo: Cosa si sarebbe potuto fare?

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!