Iscriviti

Coronavirus: gli agricoltori ci danno una lezione di solidarietà

Una decina di agricoltori spagnoli, con i loro trattori, danno mostra della loro solidarietà offrendo ai comuni di sanificare le strade per aiutare a frenare la rapida diffusione del coronavirus

Esteri
Pubblicato il 21 marzo 2020, alle ore 18:56

Mi piace
6
0
Coronavirus: gli agricoltori ci danno una lezione di solidarietà

Gli agricoltori e gli allevatori spagnoli, che fino a poche settimane fa protestavano bloccando le strade con i loro trattori a causa dei bassi prezzi dei loro prodotti e degli alti costi di produzione, sono diventati eroi nella crisi sanitaria del coronavirus. Non solo i loro prodotti sono essenziali per rifornire i supermercati, ma anche i loro macchinari – principalmente trattori – sono preziosi per aiutare a fumigare e disinfettare gli spazi pubblici delle loro città.

In maniera del tutto disinteressata, hanno messo i loro trattori a disposizione dei comuni per la disinfezione delle strade. Meglio spendere 2.000 euro in candeggina che per un loculo in cimitero“, con questa frase cruda ma esplicita il consigliere per la salute della città di Valdelacazada, in Estremadura, Antonio José Murillo, ha spiegato la sua idea: veterinario di professione, è stato pioniere nell’attuazione di questo sistema di sanificazione delle strade: trattori, candeggina e acqua.

Lo fanno in due turni – quattro ore al mattino e altre quattro al pomeriggio – accompagnati da due lavoratori comunali a piedi. Gli operatori si occupano dei piccoli angoli e fessure in cui il trattore non può arrivare: “Fino a una settimana la mia unica preoccupazione era che le spese per un kg di prugne superavano il guadagno, ora tutto è passato in secondo piano perché dobbiamo essere d’aiuto“.

L’operazione comprende cinque apparecchiature di fumigazione, con una capacità di 2.000 litri ciascuna e dispositivi di protezione individuale per gli agricoltori in modo da non correre rischi. Il comune fornisce i prodotti per la pulizia, mentre gli agricoltori offrono i loro trattori e le loro attrezzature. Ogni giorno vengono utilizzati circa 10.000 litri di disinfettante (candeggina al 2% e acqua di riposo).

Dalle finestre, i vicini applaudono ogni volta che vedono passare i trattori: “Pensare che solo poche settimane fa stavo dimostrando con il mio trattore, tagliando strade, bloccando l’Estremadura per attirare l’attenzione sui problemi che abbiamo sul campo, e ora sto pulendo le strade di questo dannato virus … “, dichiara un agricoltore.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Rita Piras

Rita Piras - In un momento talmente difficile per tutti, queste persone, pur non essendo obbligate a farlo, ci insegnano che è tempo di mettere da parte l'egoismo: hanno messo i loro macchinari a disposizione delle autorità per collaborare a disinfettare le strade. L'agricoltura spagnola è sul sentiero di guerra da mesi con le sue legittime richieste; ma ora ha messo da parte le sue proteste per il bene comune, mostrando un altissimo senso di solidarietà. A loro va il nostro applauso per questa lezione.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!