Iscriviti

Coppia indiana denuncia il figlio: "Non ci ha dato nipoti, ci rimborsi quanto speso per crescerlo"

Sanjeev e Sadhana Prasad hanno fatto causa al figlio, che avrebbe fallito nel dare loro nipotini. La coppia vuole essere rimborsata non solo per quanto speso nelle nozze del figlio, ma anche per le spese affrontate nel crescerlo stimate in 25 milioni di rupie.

Esteri
Pubblicato il 16 maggio 2022, alle ore 10:10

Mi piace
2
0
Coppia indiana denuncia il figlio: "Non ci ha dato nipoti, ci rimborsi quanto speso per crescerlo"

Ascolta questo articolo

Una coppia di pensionati indiani ha denunciato il figlio per avere causato loro “agonia mentale”. Il figlio sarebbe reo di non aver prodotto nipotini per i genitori nonostante siano passati ormai sei anni dal suo matrimonio, una colpa considerata talmente grave che i coniugi vogliono indietro non solo la cifra spesa per le nozze, ma anche quanto speso nel crescere il figlio.

A portare in tribunale il figlio sono Sanjeev Prasad e la moglie Sadhana, di 61 e 57 anni, che hanno fatto causa al figlio Shrey Sagar e alla nuora Shubhangi che si sono sposati nel 2016 e non hanno ancora avuto figli. I genitori pretendono che la coppia abbia un figlio entro un anno, oppure che paghino loro la considerevole cifra richiesta.

Shrey è un pilota aereo che si è addestrato negli Stati Uniti grazie ai molti sacrifici dei genitori che hanno sostenuto la sua educazione. Nel 2007 ha fatto ritorno in India dopo che la recessione ha mandato in crisi i trasporti aerei. Da allora l’uomo lavora come pilota in India, dove nel 2016 ha sposato Shubhangi con un matrimonio combinato. La coppia, entrambi lavoratori, vive separata e non ha al momento in programma di avere figli.

I genitori sostengono di avere regalato alla coppia una macchina Audi da circa 75mila euro e di aver pagato per la loro lussuosa cerimonia nuziale e banchetto presso un hotel cinque stelle. Inoltre la coppia stima di aver speso 25 milioni di rupie, circa 310mila euro, nel crescere il figlio, una cifra che adesso vogliono indietro in aggiunta ad altri 25 milioni di rupie in danni.

Abbiamo rinunciato ai nostri sogni per crescerlo“, dice il padre ai media. “Il sogno di tutti i genitori è di diventare nonni. Sono anni che lo aspettiamo. Abbiamo cercato di convincere nostro figlio e sua moglie, ma non hanno considerato le nostre richieste. Siamo devastati dal fatto che moriremo senza vedere nipoti“.

Nella petizione presentata in tribunale i genitori spiegano che hanno dovuto chiedere un prestito per costruire la propria casa e che ora hanno problemi economici, oltre ai danni psicologici causati dal vivere da soli. “Se avessimo un nipotino con cui passare il tempo, il nostro dolore sarebbe tollerabile“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Anna Santini

Anna Santini - Io sono dell'idea che i figli non chiedono di essere messi al mondo, sono i genitori che decidono di farli nascere quindi è dovere dei genitori prendersi cura di loro, crescerli e mantenerli fino alla maggiore età senza aspettarsi di essere rimborsati o di avere qualcosa in cambio da loro. Se poi hanno deciso di pagare anche la sua istruzione e matrimonio, lo hanno fatto di loro volontà e non certo obbligati da qualcuno. Non vedo perché il figlio dovrebbe fare per forza un nipote o rimborsarli.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!