Iscriviti

Cina, torna il lockdown totale in alcune città: a Xi’an gli abitanti riccorono al baratto

La metropoli cinese con circa 13 milioni di abitanti da una decina di giorni si trova in lockdown totale a causa dell'aumento dei casi di Covid-19, il cibo comincia a scarseggiare e così gli abitanti tornano a praticare il baratto dei beni.

Esteri
Pubblicato il 5 gennaio 2022, alle ore 14:36

Mi piace
0
0
Cina, torna il lockdown totale in alcune città: a Xi’an gli abitanti riccorono al baratto

Il Covid-19 è tornato a far paura in Cina, precisamente nella città di Xi’an, dove negli ultimi giorni si sono registrati molti casi di contagio. Per questo le autorità locali hanno introdotto il lockdown totale per cercare di fermare il contagio. Adesso però il cibo comincia a scarseggiare e così gli abitanti sono tornati a praticare il baratto, l’antica usanza con cui gli esseri umani scambiano beni in cambio di altra merce utile al fabbisogno quotidiano. 

La notizia è riportata dalla Bbc e confermata da alcuni video che in queste ore stanno circolando su Weibo, il sito di microblogging più popolare in Cina. Fino ad ora le autorità hanno distribuito il cibo gratuitamente alle famiglie, ma adesso le famiglie starebbero per esaurire le scorte e non hanno ricevuto ancora gli aiuti come gli scorsi giorni. Per questo molti abitanti stanno ricorrendo al baratto. Sui Weibo ci sono foto e video di persone che scanbiano ad esempio sigarette con un pò di verdura, quest’ultimo bene di prima necessità.

Altri casi in Cina

“Le persone non hanno più da mangiare qui e hanno iniziato a fare baratti con i loro vicini” – così ha spiegato un abitante della città di Xi’an a Radio Free Asia. La situazione epidemiologica viene costantemente monitorata dalle autorità locali. Per tutti gli abitanti ci saranno test a tappeto. C’è chi parla di un ritorno alla società primitiva. 

E Xi’an non è l’unica città a fare i conti con il Covid in questo periodo in Cina. Secondo quanto riferisce l’agenzia Ansa altri 11 casi sono stati individuati a Zhengzhou, altra metropoli con 11 milioni di abitanti. Anche qui per tutti saranno organizzati dei test a tappeto. Per il momento la città è stata posta in lockdown parziale.

Il Governo prosegue con la sua politica dello “zero-Covid”, questo anche per garantire il corretto e regolare svolgimento delle Olimpiadi Invernali. In queste ore un’altra città, Yuzhou, è stata posta in lockdown totale dopo la scoperta di soli tre casi di contagio. Qui più di un milione di abitanti sono costretti a restare in casa. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Queste notizie ci fanno capire come il Covid sia ancora un pericolo a livello globale, e lo fa capire bene la situazione di queste città cinesi, dove è tornato il lockdown totale per proteggersi dalle infezioni. La Cina prosegue con la politica dello "zero-Covid" con controlli serrati alle frontiere e anche all'interno del Paese.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!