Iscriviti

Cina: confermato un calo dei contagi da Coronavirus

Negli ultimi giorni, gli esperti cinesi avrebbero confermato un calo dei contagi nella loro nazione da Covid-19. In aumento, invece, i casi positivi in altre Nazioni.

Esteri
Pubblicato il 14 marzo 2020, alle ore 15:56

Mi piace
6
0
Cina: confermato un calo dei contagi da Coronavirus

Il trend decrescente dei contagi da Covid-19 in Cina, Pese dove sono stati esaminati i primi casi dell’epidemia, sarebbe stato confermato dalla Commissione nazionale della salute. La portavoce del Cns, Mi Feng, avrebbe dichiarato il consolidamento della situazione epidemica; inoltre, la stessa, parlerebbe anche di un basso rischio di diffusione del virus nella maggior parte della Cina.

Dai dati raccolti dagli specialisti è emerso che il 72,9% dei pazienti è stato dimesso, mentre la proporzione dei guariti, per quanto riguarda l’intera provincia di Hubei, rappresenta il 92,7%; i dati totali, i quali si riferiscono all’intera Cina, invece, parlano di una propozione di contagiati guariti pari al 97,3%. L’ultimo bilancio reso noto registra un totale di 3.189 decessi ed un totale di 80.824 contagi; i casi gravi, invece, sono scesi da 3.610 a 410.

A subire variazione in merito ai contagi da Coronavirus sono anche altri Stati: a destare maggiore preoccupazione sarebbe l’Europa. La Spagna, ad esempio, ha registrato una forte impennata dei casi positivi: in un solo giorno i contagiati sarebbero aumentati di 1544 unità, portando ad un totale di 5.753 pazienti contagiati da Coronavirus; la situazione più grave è nella comunità madrilena, che conta 2.940 casi. La Svizzera ed il Liechtenstein, invece, secondo i dati dell’Ufficio federale della sanità pubblica contano 1.359 casi di contagi.

L’Iran conta un totale di 611 decessi, di cui 97 registrate solo nelle scorse ore, mentre i casi di pazienti malati sarebbe salito da 1.365 a 12.729; a dichiarare tali numeri sarebbe la Bbc, che cita come fonte la tv di stato iraniana. Il Ministero della Salute avrebbe precisato che la situazione più grave è rappresentata da Teheran.

A registrare un primo caso, invece, sarebbe stata la Costa d’Avorio: un cittadino ivoriano, ma residente in Italia, sarebbe risultato positivo ai tamponi, eseguiti una volta rientrato in patria: “L’uomo è stato curato al servizio di malattie infettive e tropicali del CHU di Treichville, secondo una nota del Ministero della Salute che indica che le sue condizioni sono “stabili e rassicuranti” e che “le persone con quali è entrato in contatto sono seguite dai medici”, ha riferito Fides.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Laura Filippi

Laura Filippi - La situazione in Cina, che conta una diminuzione dei contagi da Coronavirus, dovrebbe fare da monito in merito all'importanza di un'adeguata quarantena, avvertenza che molti faticano a comprendere del tutto. Resta comunque preoccupante la situazione dei contagi a livello globale, che risulta in continuo aumento e che sembra non voglia risparmiare nessun Paese.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!