Iscriviti

Chico Forti: prendono il via i contatti per il suo trasferimento in Italia

Il caso Chico Forti sembra essere infinito. Proprio ieri sera sono arrivati importanti aggiornamenti sull'ex produttore televisivo detenuto dal 2000 in USA, nel corso della trasmissione GF Vip.

Esteri
Pubblicato il 19 ottobre 2021, alle ore 15:18

Mi piace
0
0
Chico Forti: prendono il via i contatti per il suo trasferimento in Italia

Il caso Chico Forti sembra davvero infinito e gli aggiornamenti su quest’ex produttore televisivo che sta scontando, dal 2000, una condanna all’ergastolo per omicidio, nell’ambito di una vicenda giudiziaria piena di punti oscuri, sarrivano nel modo più improbabile, a volte.

Nel corso della puntata del GF Vip andata in onda ieri sera, Alfonso Signorini ha annunciato di aver ricevuto una nota della Farnesina sul caso Chico e una lettera dello stesso Chico Forti.

Il caso Chico Forti

Chico Forti, 62enne, ex produttore televisivo, è detenuto dal 2000 negli USA, dove sta scontando una condanna all’ergastolo per omicidio, nell’ambito di una vicenda giudiziaria della quale lui si è sempre dichiarato innocente. Nel febbraio 1998 Dale Pike, dal quale Chico stava acquistando il Pikes Hotel a Ibiza, venne trovato assassinato sulla spiaggia di Sewer Beach, a Miami. Chico venne accusato e processato. Il 15 giugno 2000 l’ex produttore televisivo e velista è stato condannato all’ergastolo per un delitto del quale si è sempre professato innocente, dicendo di non conoscere Dale e non di non avere motivi per eliminarlo.

La nota della Farnesina

Dalla nota della Farnesina si viene a sapere che, proprio in questi giorni, si stanno intrecciando dei contatti ad alto livello che dovrebbero portare a dei chiarimenti in grado di favorire il trasferimento di Chico in Italia. Dieci mesi fa, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio aveva annunciato che Chico Forti sarebbe tornato in Italia, dato che il governatore della Florida aveva accolto l’istanza di Chico di avvalersi dei benefici previsti dalla Convenzione di Strasburgo e di essere trasferito in Italia. Da allora (erano i giorni appena precedenti al Natale 2020) non c’era stato più nessun aggiornamento.

La lettera di Chico Forti a Signorini e a Jo Squillo

Nei confronti di Alfonso Signorini, Chico ha espresso la sua più sincera gratitudine, augurandogli un in bocca alla balena per la trasmissione, mentre a Jo Squillo, sua amica, ha rivolto parole toccanti, definendola colei che le ha ridato la voce con le corde vocali recise. A lei scrive: “Vicina all’alba quando eravate in pochi…Al tramonto sei ancora accanto a me, affiancata da milioni d’italiani”, firmandosi: “Tuo fratello dall’altro lato dell’Oceano, che non ha mai smesso di sognare…Chico”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Credo fermamente nell'innocenza del nostro concittadino Chico Forti e spero che un'ondata di solidarietà tricolore ci aiuti a riportarlo indietro, nel suo Paese, l'Italia, dopo aver scontato tanti anni in carcere da innocente. Forza Chico, io sono dalla tua parte e sono cetta che tutto ciò che ruota attorno alla tua vicenda, a breve, rimarrà solo un triste ricordo grazie alla riconquista della tua libertà.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!