Iscriviti

Brasile, turista francese attaccato da uno squalo: morso ad un braccio

L'episodio si è verificato sulla spiaggia di Ubatuba, una città turistica situata sulle coste dello stato federato di San Paolo. L'uomo, un turista francese, è stato morso ad un braccio mentre si immergeva in acqua. Per lui nessun'altra complicazione.

Esteri
Pubblicato il 11 novembre 2021, alle ore 12:57

Mi piace
0
0
Brasile, turista francese attaccato da uno squalo: morso ad un braccio

Si è sfiorata la tragedia sulla spiaggia di Ubatuba, città turistica che si trova nello stato federato brasiliano di San Paolo. Secondo quanto riferisce la stampa internazionale, un turista francese è stato infatti morso da uno squalo. Era trent’anni che non si verificava un episodio del genere nella città turistica. L’uomo si era recato in spiaggia per trascorrere alcuni momenti di relax, quando, una volta andato per immergersi in acqua, il pescecane lo ha attaccato ad un braccio

Fortunatamente il malcapitato è riuscito a liberarsi dalla morsa dell’animale, per cui è scappato sulla spiaggia mettendosi in salvo. Qui è stato immediatamente soccorso e portato in ospedale per poter essere medicato. Le ferite non sono gravissime e il turista comunque se la caverà. Anche l’esperto di squali Otto Bismark Gadig, dell’Università Statale di San Paolo, ha confermato che le ferite riportate dalla vittima sono compatibili proprio con quello di un squalo. 

Ignota la specie

Al momento non si conosce la specie di squalo che ha attaccato il turista francese. Hugo Gallo Neto, direttore dell’acquario di Ubatuba, ha precisato che nella zona dove è avvenuto l’attacco è raro che gli squali attacchino l’essere umano, infatti era 30 anni che non si verifica una cosa del genere, come già detto in apertura.

La presenza di squali che mostrano una certa aggressività nei confronti dell’uomo è invece conosciuta e comune nel nord-est brasiliano. In questo periodo, a Camboriù, nello stato federato di Santa Caterina, gli esperti hanno notato la presenza di numerosi squali: gli avvistamenti proseguono da agosto scorso. 

Bisogna precisare, questo a fini della corretta informazione, che gli attacchi di squalo, spesso, non hanno conseguenze mortali e che si tratta di eventi molto rari. Gli attacchi sono frequenti soprattutto in Australia, un Paese che da sempre ha a che fare con il “problema” della presenza degli squali lungo le coste. In determinati periodi e situazioni di potenziale pericolo per i bagnanti, qui le spiaggie vengono infatti chiuse

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Queste notizie non devono metterci in allarme, anche perchè essere attaccati da uno squalo è cosa abbastanza rara. Può capitare, se si fa il bagno lungo le coste degli oceani, avvistare questi animali e magari rimanere vittima di un morso. Ma nella stragrande maggioranza dei casi le persone riescono a sopravvivere, anche se a volte con numerosi danni permanenti sul corpo. Gli squali sono animali affascinanti che vanno tutelati e protetti. Sappiamo troppo poco ancora del loro mondo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!